Home Mercato Da Amazon 700 milioni contro le frodi e gli abusi

Da Amazon 700 milioni contro le frodi e gli abusi

Amazon ha pubblicato oggi il suo rapporto sulla protezione del marchio 2020 che fornisce una visione completa di come la società di Jeff Bezos garantisca ai clienti di acquistare prodotti autentici.

Amazon investe in modo significativo in team dedicati e tecnologia di machine learning per proteggere in modo proattivo i clienti, i marchi e i suoi partner di vendita dai contraffattori e per ritenerli responsabili se tentano di vendere falsi tramite Amazon.
Nel 2020, Amazon ha investito più di 700 milioni di dollari e impiegato più di 10.000 persone per proteggere i suoi negozi da frodi e abusi.

I punti salienti del rapporto sulla protezione del marchio mostrano la significativa innovazione di Amazon e i progressi a livello mondiale nella lotta alla contraffazione e nella protezione di clienti e marchi.

I processi di verifica di Amazon hanno impedito oltre 6 milioni di tentativi di creare account di vendita, fermando i malintenzionati prima che pubblicassero un singolo prodotto in vendita.
Solo il 6% dei tentativi di registrazione dell’account ha superato i solidi processi di verifica di Amazon e i prodotti elencati per la vendita.
Amazon ha sequestrato più di 2 milioni di prodotti che sono stati inviati ai suoi centri logistici e che ha rilevato come contraffatti prima di essere inviati a un cliente. Amazon ha distrutto quei prodotti per impedire che venissero rivenduti altrove nella catena di approvvigionamento.

Inoltre, la società americana ha bloccato più di 10 miliardi di annunci sospetti prima che venissero pubblicati nei suoi negozi.

Amazon Transparency, un servizio di serializzazione che protegge le singole unità di prodotto, ha consentito la protezione di oltre 500 milioni di prodotti.

Meno dello 0,01% di tutti i prodotti venduti su Amazon ha ricevuto un reclamo per contraffazione da parte dei clienti. Tali reclami sono stati quindi esaminati per verificarne l’accuratezza.

Più di 7.000 piccole e medie imprese sono state collegate a studi legali di fiducia negli Stati Uniti e in Europa tramite IP Accelerator. Queste aziende hanno presentato con successo domande di marchio e hanno ricevuto un accesso anticipato agli strumenti di protezione del marchio di Brand Registry.

Infine, Amazon ha istituito la Counterfeit Crimes Unit per creare e riferire casi alle forze dell’ordine, intraprendere indagini indipendenti o indagini congiunte con i marchi e perseguire contenziosi civili contro i contraffattori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php