Home Interviste CSR, Confirmo: digitalizzazione per ridurre l’impatto ambientale

CSR, Confirmo: digitalizzazione per ridurre l’impatto ambientale

Responsabilità sociale di impresa, in inglese CSR: è la sfida del momento (e del futuro) con cui dovranno fare i conti tutte le organizzazioni, e il mondo It non fa certo eccezione. Intervistiamo per voi i leader di settore, svelandone strategie, impostazioni e focus d’azione. La tecnologia al servizio di società più eque ed inclusive non è uno slogan privo di contenuti, ma un obbiettivo concreto.
Del resto le aspettative dei cittadini sono elevate e impossibili da ignorare: una ricerca del World Economic Forum realizzata assieme ad Ipsos ha svelato che l’86% delle persone intervistate vorrebbe miglioramenti significativi in termini di inclusività ed equità sociale.
01net ha quindi deciso di intervistare le aziende più prestigiose del mercato It, chiedendo loro in che modo è cambiato il loro modello di business per accogliere queste importanti istanze.

Risponde alle nostre domande Marco Cappellini, fondatore e CEO di Confirmo.

La Corporate Social Responsibility sta determinando importanti cambiamenti nel modo di operare e produrre delle organizzazioni. Etica e profittabilità sono ancora temi opposti, oppure possono convivere con successo?

Abbiamo realizzato uno strumento di digitalizzazione e di firma elettronica che vuole essere un motore per la riduzione dell’impatto ambientale.

Le organizzazioni si sono rese conto di quanto sia fondamentale avere un approccio più olistico al modo di fare impresa.

Il profitto è certamente una parte fondamentale ma non sono da trascurare gli aspetti etici, che non hanno un ritorno immediato.

Mi riferisco a temi che spaziano dalla formazione dei collaboratori all’impegno per la salvaguardia ambientale, che sono già ben radicati in Confirmo.

Innanzitutto, l’importanza della formazione. Abbiamo investito in un percorso di crescita professionale per ogni membro del team. Siamo convinti che questo approccio porti valore aggiunto alla persona e all’azienda, la persona si forma professionalmente e l’azienda offre servizi più qualificati e innovativi.

Confirmo, consapevole della propria impronta ecologica, ha deciso di rendere le proprie attività non impattanti verso il pianeta e rientra nell’1% delle Carbon Neutral Company certificate.

Abbiamo realizzato uno strumento di digitalizzazione e di firma elettronica che vuole essere un motore per la riduzione dell’impatto ambientale.

Essere inclusivi e aperti ad ogni tipo di minoranza: un’affermazione che, in passato, è stata più dichiarazione di principio che concreta realtà. Quali sono le vostre policy da questo punto di vista?

Marco Cappellini, fondatore e CEO di Confirmo
Marco Cappellini, fondatore e CEO di Confirmo

Confirmo è una startup nata nel 2019. In un contesto storico così particolare, certamente il settore It è stato molto favorito nell’applicazione del lavoro agile.

Quando si lavora a distanza, è più semplice la gestione della famiglia e questo è un fattore di inclusione per le donne, così come le persone con disabilità e che non possono permettersi di risiedere in prossimità del luogo di lavoro.

Quindi, le competenze e una cultura basata sul raggiungimento degli obiettivi sono i fattori che vengono tenuti in considerazione per creare il team di lavoro.

Personalmente, sono convinto che questo sia il modo giusto per attirare risorse talentuose e coinvolte dai nostri progetti.

Parlare di responsabilità sociale sarebbe impossibile senza riflettere sull’integrazione con le comunità in cui le società operano. Che progetti avete per il nostro Paese?

Vogliamo migliorare la vita delle persone, rendendole più consapevoli.

Confirmo lavora per realizzare la trasformazione digitale del nostro Paese.

Progettiamo e realizziamo soluzioni digitali per l’innovazione della relazione tra imprese e persone, per la condivisione della conoscenza, per migliorare e certificare la comprensione.

Semplificare e migliorare l’esperienza di firmare documenti senza averli né letti né capiti, per poi ripensarci e, nel peggiore dei casi, dover intentare un procedimento legale.

Vogliamo migliorare la vita delle persone, rendendole più consapevoli.

Siamo convinti della necessità di far arrivare le informazioni a tutte le persone. Viviamo in un Paese dove circa 3 persone su 10, tra i 18 e i 65 anni, non hanno le abilità necessarie a comprendere appieno e usare le informazioni quotidiane.

Confirmo permette di far comprendere documenti complessi e ricchi di tecnicismi a tutti i tipi di utenti. Supporta contenuti multimediali audio, video, realtà aumentata che servono a favorire decisioni consapevoli e informate.

Un esempio è il consenso informato medico. Nel nostro Paese, molte strutture sanitarie non sono completamente digitalizzate e la gestione della documentazione del paziente viene gestita su carta 9 volte su 10. I vantaggi di una gestione completamente digitale sono enormi: maggior sicurezza per dati sensibili, un minor rischio di perdere le informazioni, estrema facilità a reperire le informazioni e la possibilità di far prendere al paziente una decisione davvero informata. Tutto in completo accordo con la legislazione vigente.

Il welfare aziendale, molto sviluppato nelle nazioni del nord Europa, ha fatto fatica ad affermarsi in modo organico in Italia. Nelle vesti di leader It, in che modo agevolate la vostra forza lavoro?

Senza dubbio, flessibilità e autonomia.

La politica aziendale incentiva/agevola il lavoro agile, è attenta al work life balance della forza lavoro. Un maggiore equilibrio favorisce il coinvolgimento nei progetti di tutti i collaboratori e porta a una generale soddisfazione lavorativa.

Sono certo che ogni risorsa di Confirmo non si senta un “dipendente” quanto piuttosto un manager della sua area di competenza. È un approccio che porta le persone a dare il meglio, ovunque si trovino per lavorare.

Confirmo

In ultimo, impossibile non parlare di sostenibilità ambientale, anche alla luce della COP26 e della fortissima sensibilità sulle tematiche da parte dell’opinione pubblica. Come avete progettato la vostra roadmap per ridurre la vostra impronta ecologica?

Confirmo ha una grande sensibilità ambientale.

Abbiamo deciso di azzerare le nostre emissioni non riducibili finanziando progetti certificati di tutela ambientale per raggiungere la carbon neutrality.

Abbiamo progettato una soluzione digitale per la gestione e la firma della documentazione, è inutile dire che limitiamo al massimo l’utilizzo della carta e preferiamo supporti digitali. Facciamo un’attenta raccolta differenziata, limitiamo gli spostamenti favorendo il lavoro agile, come già detto.

Tuttavia, ci siamo resi conto che non era abbastanza e abbiamo deciso di azzerare le nostre emissioni non riducibili finanziando progetti certificati di tutela ambientale per raggiungere la carbon neutrality.

Oggi, Confirmo è un’azienda certificata a impatto zero.

Abbiamo anche deciso di inserire nella nostra piattaforma un cruscotto che misura la riduzione dell’impatto aziendale ottenuta dal semplice utilizzo di Confirmo. In questo modo, ogni cliente ha una chiara idea del suo contributo per la salvaguardia del nostro Pianeta. Continuando la digitalizzazione dei processi documentali e la firma elettronica, il sistema calcola dinamicamente il risparmio in termini di CO2, rifiuti, acqua e alberi.

Questo permette a tutte le aziende nostre clienti di ogni dimensione di avere KPI d’impatto ambientale chiari, disponibili e aggiornati.

Il nostro prossimo obiettivo è di fare di più e rendere il nostro impatto ambientale positivo.

Leggi tutti i nostri articoli sulla Corporate Social Responsibility

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php