Crescita esponenziale per eBay

Nel quarto trimestre 2001 l’Internet company statunitense ha riportato 219,4 milioni di dollari in termini di fatturato, il 64% in più rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, mentre a Wall Street le previsioni parlavano di ricavi compresi tra i 200 e i 210 milioni di dollari

L'aumento registrato da eBay nel business delle
aste online ha portato l'Internet company statunitense a chiudere l'ultimo
trimestre del 2001 con un fatturato in crescita del 64%. Un risultato in
controtendenza, rispetto al resto del mercato, che le ha permesso di riaffermare
le proprie previsioni di profitto per la prima metà dell'anno in corso.
I
costi d'acquisizione hanno, invece, determinato una più modesta crescita delle
entrate nette di eBay che, nel quarto trimestre 2001, ha registrato profitti per
25,9 milioni di dollari, l'8,7% in più rispetto ai 23,9 milioni riportati nello
stesso periodo dell'esercizio precedente. 
Grazie ai risultati
registrati negli ultimi tre mesi dello scorso anno, la società ha visto levitare
il proprio fatturato da 134 a 219,4 milioni di dollari, mentre a Wall Street le
previsioni parlavano di ricavi compresi tra i 200 e i 210 milioni di
dollari.
Automobili, computer, elettronica di consumo e articoli
collezionabili le categorie commerciali che hanno registrato i migliori
risultati in termini di vendita.
In definitiva, nel corso del 2001, le
entrate nette registrate da eBay sono pressoché raddoppiate, passando da 48,3
milioni di dollari - riportati per l'intero 2000 - a 90,4 milioni, o 32
centesimi per azione. Nel medesimo periodo, il fatturato è cresciuto del 74%,
passando da 431,4 milioni di dollari a 748,8 milioni.
E intanto, per quanto
concerne la prima metà del 2002, la società ha già fatto sapere agli analisti di
mercato di attendersi un fatturato compreso tra i 490 e i 510 milioni di
dollari, tra i 5 e i 7 milioni di dollari superiore rispetto alle ultime stime
annunciate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome