Cresce la compatibilità tra Mozilla Firefox e Windows Vista

Molte delle problematiche di compatibilità con Vista evidenziate dagli utenti sono state risolte a partire dal rilascio della versione 2.0.0.2 di Firefox.

Mike Schroepfer, ingegnere presso Mozilla Foundation, ha fatto il punto
sui progressi del browser Firefox in Windows Vista. Alcuni utenti hanno infatti
segnalato diversi problemi di compatibilità evidenziatisi durante l'utilizzo del
browser opensource con il più recente dei sistemi operativi Microsoft.


Ad esempio, alcune lamentele riguardano l'impossibilità di configurare
Firefox come browser di default per tutte le applicazioni installate.


Secondo Schroepfer il problema alla base di questo comportamento sta
proprio nelle applicazioni stesse che non fanno uso delle API del sistema
operativo per determinare il browser predefinito ma che, viceversa, interrogano
autonomamente il registro di Windows nel tentativo di recuperare questo tipo di
informazione.

Sebbene siano allo studio diversi "workaround", il
problema non potrà dirsi definitivamente risolto fintanto che le applicazioni
non saranno opportunamente aggiornate.

Molte delle problematiche di
compatibilità con Vista sono state invece risolte a partire dal rilascio della
versione 2.0.0.2 di Firefox (scelta della cartella di installazione e difficoltà
nell'aggiornamento del prodotto). Schroepfer confida che al momento Internet
Explorer 7 è certamente meglio integrato in Windows Vista rispetto a Firefox e
supporta la "modalità protetta" (al momento l'unica applicazione a permettere
questa possibilità di funzionamento).

L'ingegnere di Mozilla Foundation
tende comunque a sottolineare che l'adozione della "modalità protetta" non sia
la soluzione definitiva per tutti i mali. Secondo la sua opinione, infatti, una
risoluzione rapida delle varie vulnerabilità di sicurezza via a via scoperte
unitamente al tempestivo rilascio delle relative patch resta sempre la migliore
metodologia di difesa.

Puntulizzato ciò, Mozilla Foundation sta comunque
valutando la possibilità di integrare la "modalità protetta" nelle future
release del browser. Le prossime versioni di Firefox permetteranno agli
sviluppatori di rendere le loro applicazioni fruibili anche in modalità offline.
Questa possibilità dovrebbe già fare il suo debutto con il rilascio di Firefox 3
insieme con il supporto migliorato per il formato SVG, per CSS 2.1, per le tag
Canvas.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here