Cresce il focus di Siebel sul settore analitico

In occasione dell’annuale User Week statunitense, la società ha ampliato la portata delle proprie Analytics Application, estendendole al di là della gestione dei dati della clientela. Un aspetto di assoluto primo piano è l’indipendenza delle soluzioni dall’offerta Crm.

A quattro anni dal suo ingresso nel mondo analitico, Siebel Systems torna a puntare sul mercato della Business intelligence, estendendo la portata dell’offerta oltre la gestione dei clienti. A spingere la società di San Mateo verso questi nuovi traguardi è stata la richiesta stessa di mercato, sempre più incline a massimizzare le opportunità di business attraverso un’efficacia aziendale garantita soprattutto dalla disponibilità di informazioni tempestive e dettagliate.


"Per guadagnare in competitività, le imprese devono consentire a tutti coloro che interfacciano l’azienda con il mercato di potersi avvantaggiare dell’actionable intelligence - ha tenuto a puntualizzare Adriano Ceccherini, director sales consulting south Europe -, ossia della capacità di trasformare e tradurre le informazioni aziendali in efficaci azioni di business. Con le nuove soluzioni, rilasciate in occasione della recente User Week statunitense, noi intendiamo proprio democraticizzare l’uso della Bi all’interno delle società, offrendo un tipo di intelligence che sia pervasivo, in real time o near real time, strettamente associato ai processi operativi, scalabile e disponibile 24 ore su 24 per sette giorni alla settimana come qualsiasi altra applicazione mission critical".


Fino a oggi le soluzioni analitiche della società erano applicazioni che traevano i propri contenuti esclusivamente dai sistemi di Customer relationship management e, quindi, garantivano viste utili, ma limitate, tanto da indurre il 75% dei 400 clienti top di Siebel a estendere in proprio le funzionalità dei moduli disponibili anche ad altre fonti di dati (per esempio i sistemi di Enterprise resource planning, di Human resource o di Supply chain management).


"Dall’osservazione di questo fenomeno - ha continuato il manager - Siebel ha deciso di mettere a punto una serie di soluzioni "prelavorate", organizzate in quattro aree applicative principali: l’analisi della clientela, ambito in cui abbiamo semplicemente ampliato l’offerta; l’analisi finanziaria; la gestione delle performance del personale e l’analisi dei fornitori e della supply chain". Tutte le applicazioni, in grado di integrare fonti Sap, Oracle, PeopleSoft, Ariba, Siebel, i2 e legacy, possono essere installate in maniera del tutto indipendente e, aspetto di primaria importanza, non richiedono la stretta presenza di Siebel Crm.


"Alla base, per tutte, sta la stessa piattaforma - ha puntualizzato Ceccherini - ossia Siebel Business Analytics Platform, il cui engine Etl per la creazione e il caricamento del data warehouse è offerto in Oem da Informatica. Altri strumenti cross sono rappresentati da dashboard interattive e alert proattive personalizzabili".


Frutto di best practice analitiche già implementate presso grandi clienti di specifici comparti produttivi, le Siebel Business Analytics Application si presentano come dei metalavorati in grado di offrire il doppio vantaggio della velocizzazione del deployment e della riduzione dei costi di possesso a una ventina di settori verticali. Tra questi spiccano soprattutto le telco, l’energy, il finance, l’high tech e il settore farmaceutico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome