Il nuovo whitepaper della società di analisi ABI research prova a identificare l’impatto a breve e lungo termine che la pandemia globale di Covid-19 avrà su WiFi, Bluetooth e la connettività wireless.

Il Covid-19, secondo gli analisti di ABI research, ha avuto un impatto immediato sull'infrastruttura WiFi, dimostrando che quella esistente è inadeguata.

Le reti wireless devono ora sostenere più traffico e gli utenti stanno sperimentando il fatto che la loro attuale rete WiFi domestica, così come la più ampia infrastruttura a banda larga, è inadeguata o incapace di supportare il recente aumento dell'80% del traffico di upload, affermano gli analisti della società specializzata in insight sulla digital transformation.

Il parere di ABI Research è che la pandemia di Covid-19 stia creando un'esigenza di flessibilità che alimenterà il futuro della connettività. È probabile che molti utenti utilizzino apparecchiature WiFi obsolete con standard WiFi legacy, come 802.11n, piuttosto che l'ultima generazione WiFi 6, che è stata specificamente progettata per gestire meglio le situazioni di reti più affollate.

Inoltre, sottolineano gli analisti, ci sarà una rinnovata spinta verso il WiFi Mesh, in grado di fornire una copertura ad alta velocità sufficiente per più utenti in tutta la casa.

WiFi ABI Research

Allo stesso tempo, le imprese dovranno assicurarsi di disporre della giusta infrastruttura, in modo che un numero elevato di dipendenti possa connettersi contemporaneamente alle Virtual Private Network (Vpn) aziendali. Molte aziende potrebbero non avere affatto delle Vpn, avverte ABI research, mentre i limiti di capacità potrebbero esporre le imprese a un maggiore rischio di violazioni della sicurezza o rallentare ulteriormente la produttività.

La speranza di ABI Research, ovviamente, è che l'impatto di Covid-19 abbia una vita molto breve e che le persone possano tornare al lavoro, a scuola e alla normalità il più rapidamente possibile. Più sul lungo termine, le necessità di oggi potrebbero essere un banco di prova e portare a un crescente desiderio di lavoro e apprendimento remoti e flessibili, per il futuro

Per quanto riguarda le aziende, esse potrebbero spostare risorse di marketing e di business dall’approccio conference-centric verso nuovi strumenti di marketing online e virtuale, anche per le crescenti preoccupazioni sull'impatto sul cambiamento climatico dei viaggi internazionali.

Sul lungo termine, potrebbe avvenire una riduzione dell'impatto dei lunghi viaggi e spostamenti, in favore di un lavoro più flessibile e una collaborazione remota. Per raggiungere questo obiettivo, avverte però ABI Research, dovranno essere dedicate risorse aggiuntive a Vpn, reti domestiche sicure e software di lavoro e conferenze in remoto.

Oltre a ciò, è l’opinione degli analisti, saranno necessari ulteriori investimenti per garantire che l'infrastruttura a banda larga domestica possa supportare l'accesso WiFi a Internet ad alta velocità, nonché fornire formazione su come ottimizzare e ottenere il meglio dalle reti WiFi domestiche.

I dipendenti dovranno essere dotati di apparecchiature in grado di supportare standard WiFi robusti, efficienti e a bassa latenza, mentre varie organizzazioni in tutto il mondo dovranno aprire uno spettro aggiuntivo, come quello su 6 Gigahertz (GHz), per garantire che la capacità delle reti WiFi possa far fronte a un aumento globale della domanda di video, strumenti di collaborazione e altro traffico pesante di dati in futuro.

ABI Research

Tutte queste trasformazioni a lungo termine, evidenzia ancora ABI Research, richiedono una profonda comprensione della necessità di un'infrastruttura wireless ad alta velocità e altamente sicura verso e all'interno della casa.

Ciò potrebbe portare a maggiori incentivi alla realizzazione di reti in fibra ad alta velocità o dell'ultimo miglio, una migliore consapevolezza della necessità di una solida connettività per tutta la casa tramite sistemi Mesh e l'adozione del WiFi a 6 GHz e degli standard di ultima generazione. Inoltre, potrebbe portare a una maggiore sicurezza WiFi domestica, una migliore formazione sulla sicurezza informatica e una maggiore comprensione della necessità di ulteriore capacità WiFi negli anni a venire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome