<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Software Sviluppo Couchbase: l'88% degli sviluppatori è sotto pressione nella corsa al cloud

Couchbase: l’88% degli sviluppatori è sotto pressione nella corsa al cloud

Couchbase, fornitore di database moderni per applicazioni enterprise, ha pubblicato i risultati di una nuova ricerca che esamina le sfide affrontate da sviluppatori e team di sviluppo nella corsa al cloud e nell’esecuzione di iniziative di trasformazione digitale.

L’indagine globale, che ha incluso anche l’Italia, è stata condotta su 650 responsabili decisionali It di alto livello e ha rilevato che i team di sviluppo sono sotto pressione e poco supportati, con l’88% degli intervistati che ammette di essere a conoscenza delle sfide che questi team devono affrontare.

Tra le principali difficoltà che sono emerse dalla ricerca quella di rispettare scadenze e requisiti di agilità (42%), la richiesta di eseguire troppe attività in troppo poco tempo (40%), la mancanza di competenze (24%) e di tecnologia (23%) necessarie.

Ravi Mayuram, Chief Technology Officer di Couchbase, ha dichiarato: “Le organizzazioni devono comprendere che quando intraprendono un percorso di trasformazione digitale, sono in realtà gli sviluppatori a trovarsi in prima linea.

L’azienda moderna dipende più che mai dagli sviluppatori e dalla loro agilità. Questi team non supportano il business in sé, ma lo guidano verso nuove frontiere attraverso la trasformazione digitale. Ecco perché è necessario fornire loro le risorse giuste: infrastrutture basate su cloud, strumenti compatibili con il CI/CD e la corretta formazione. È questo che garantirà il successo in questi tempi di trasformazione e crescita guidate dai prodotti“.

couchbase

La ricerca di Couchbase ha rilevato che, nonostante l’ampio contributo dei team di sviluppo alle iniziative di trasformazione digitale e innovazione, la mancanza di risorse e la carenza di comunicazione con i responsabili It continua a essere motivo di frustrazione. Questo impedisce alle aziende di sfruttare al meglio il loro potenziale e di muoversi con maggiore velocità.

Negli ultimi cinque anni, i progetti di digital transformation in Italia sono stati guidati da diversi fattori. Questi i principali: l’esigenza di rispondere a eventi esterni (ad esempio la pandemia) per il 46% degli intervistati; adeguarsi ai cambiamenti normativi (46%) e fornire agli sviluppatori la possibilità di creare un maggior numero di applicazioni per soddisfare le esigenze dei clienti (36%).

Tra gli altri risultati della ricerca, l’86% degli intervistati indica l’esistenza di ostacoli nel supporto ai team di sviluppo. I problemi principali segnalati includono la difficoltà di riallocare rapidamente questi team per lavorare su nuovi progetti quando necessario (32%); garantire che abbiano sempre la tecnologia adeguata (31%); identificare e risolvere i problemi che devono affrontare (31%).

Complessivamente, il 40% degli intervistati globali (il 22% in Italia) non sa con certezza se i team di sviluppo siano in ritardo o in anticipo rispetto alla tabella di marcia. Per il 27% è difficile seguire i loro progressi per assicurarsi che stiano raggiungendo l’obiettivo, una percentuale che scende al 16% per l’Italia.

La crescita dei team di sviluppo è stagnante, mentre gli investimenti digitali sono in aumento. Nonostante le aziende prevedano di aumentare la spesa per la trasformazione digitale del 46% nel 2022, i team di sviluppatori sono cresciuti in media solo del 3% nell’ultimo anno.

Per colmare questo divario, secondo Couchbase le aziende dovranno investire sulla crescita dei team oltre che su una superiore efficienza di quelli esistenti. Questo può spiegare perché il 32% dei leader It stia investendo specificamente in nuove tecnologie che facilitino il lavoro degli sviluppatori.

Secondo l’analisi di Couchbase, esiste l’opportunità di potenziare ulteriormente i team di sviluppatori. Il 30% degli intervistati afferma che la pandemia ha insegnato loro come potenziare i team di sviluppo, ma per il 24% è difficile valutare se siano impegnati ed entusiasti della loro attività.

La sfida consiste ora nel capire come appassionare ancor di più gli sviluppatori e dimostrarne i risultati. Ad esempio, fornendo loro le tecnologie desiderate e consentendo di costruire con velocità nel modo secondo loro più appropriato.

Senza il giusto supporto – afferma Couchbase –, i team di sviluppo non sono in grado di promuovere la trasformazione digitale con la rapidità necessaria all’azienda.

Il 34% degli intervistati ha dichiarato che la pressione esercitata dagli sviluppatori per supportare sviluppo agile e innovazione è stata un fattore trainante per i progetti di trasformazione digitale, a dimostrazione del loro impatto diretto sulla velocità di movimento di un’organizzazione.

Tuttavia, il 19% ha dichiarato che l’incapacità dei team di sviluppo di raggiungere gli obiettivi prefissati ha impedito di perseguire nuovi progetti di trasformazione digitale negli ultimi 12 mesi.

Responsabili It e sviluppatori condividono uno stesso obiettivo: creare applicazioni eccellenti. Aumentando la trasparenza e fornendo supporto e tecnologie adeguate, secondo Couchbase possono collaborare in modo più efficace per compiere progressi significativi nelle iniziative di trasformazione digitale.

L’analisi completa può essere consultata sul sito di Couchbase.

Leggi tutti i nostri articoli sullo sviluppo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php