Lego Boost è stato presentato in anteprima al CES 2017 dove ha attirato l’attenzione del pubblico e dei media: nel realizzare e “dare vita” a robot motorizzati fatti di mattoncini c’è sicuramente il divertimento della costruzione e il gioco, come per tutti i kit Lego, ma anche - e forse soprattutto - la possibilità di avvicinarsi al mondo della programmazione, della tecnologia, della robotica. Una piattaforma che unisce la costruzione fisica con la programmazione digitale in un’app e che porta a familiarizzare con i concetti del codice e dello sviluppo mentre si costruisce e si gioca con robot che interagiscono con le nostre istruzioni. L’approccio ludico alla programmazione non è certo una cosa nuova né inedita: la stessa Apple abbraccia questa impostazione.

Lego Boost

Il Lego Boost Creative Toolbox si basa sui familiari elementi del Lego e su un semplice linguaggio di programmazione a blocchi. Ad aggiungere il movimento e “la magia” sono i componenti Lego Boost, i tre “mattoncini Boost”: Move Hub, Motore Interattivo e Sensore colore e distanza. Il Move Hub integra, tra le altre cose, la connettività Bluetooth Low Energy e un sensore di tilt. Una volta costruito il modello, mediante l’app disponibile per iOS e Android e scaricabile gratuitamente si creano delle attività in maniera semplice e con un’interfaccia amichevole, trascinando icone. Anche l’attività di codificare i comandi, collegando blocchi tra loro, assomiglia quindi alla costruzione di mattoncini tipica del Lego. L’app contiene delle attività già programmate e consente di registrare la voce per dare un tocco personale.

Lego Boost

Vi sono inizialmente cinque modelli, le cui istruzioni di montaggio sono inserite nell’app: Vernie the Robot, un robot che si muove e parla, Frankie the Cat, il gattino interattivo, Guitar 4000, uno strumento musicale con tanto di effetti, M.T.R.4 (Multi-Tool Rover 4), una robusta auto, e Autobuilder, una linea di produzione automatizzata che addirittura costruisce piccoli modelli Lego.

Lego Boost sarà disponibile nella seconda metà dell’anno a un prezzo di circa 160 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome