Home Digitale Coronavirus, un chatbot dà le informazioni corrette

Coronavirus, un chatbot dà le informazioni corrette

Desi è un’assistente virtuale, in chatbot dotato di intelligenza artificiale che serve a dare informazioni in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e i comportamenti da seguire in ottemperanza del decreto ministeriale #IoRestoaCasa.

Lo ha realizzato la startup fiorentina Kinoa, che lo sta mettendo a disposizione gratuitamente di tutte le amministrazioni italiane.

Per Piero Poccianti, presidente di AIxIA, (leggi la nostra intervista a Piero Poccianti) “l’intelligenza artificiale può rivelarsi una tecnologia di grande supporto in questo momento storico e il chatbot di Kinoa ne è un buon esempio. L’auspicio è che vengano sviluppati altri strumenti e proposte in questa direzione perché oggi più che mai è fondamentale mettere a disposizione strumenti gratuiti o a basso costo per comunicare, analizzare i dati e aiutare le persone, il personale sanitario e i decisori politici”.

Desi consente ai cittadini di avere informazioni veloci e verificate in maniera rapida e permette alle pubbliche amministrazioni di comunicare in maniera interattiva solamente le informazioni corrette.

Ossia, la finalità è soprattutto quella quella di arginare il dilagare di fake news, allarmismi o fughe di notizie non ufficiali.

Desi non vuole fornire un supporto psicologico o sostituirsi all’interazione umana: le amministrazioni che lo richiedono possono inserire i riferimenti dei centralini attivati dai vari distaccamenti locali per dare supporto ai cittadini.

Come fa Cittadinanzattiva: per il segretario generale Antonio Gaudioso “la possibilità di offrire risposte anche attraverso un assistente intelligente è sicuramente una opportunità per andare incontro ai tanti dubbi che i cittadini ci stanno ponendo in queste ore”.

Il chatbot Desi risponde a dubbi su misure e comportamenti da attuare alla luce delle disposizioni governative.

Risponde anche a perplessità e domande sulle azioni da compiere per difendere la salute propria e altrui.

Il chatbot può essere anche ottimizzato in modo da rispondere a esigenze specifiche di una comunità territoriale.

Desi può essere attivato gratuitamente dagli enti pubblici che ne facciano richiesta e che vogliano implementarlo sul proprio sito web. Per richiedere l’attivazione serve mandare una mail a emergenza-coronavirus@kinoa.tech.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php