Con FusionSphere 6.0, Huawei rinnova l’open cloud aziendale

Nel mondo del cloud aziendale arriva FusionSphere 6.0, la nuova versione del sistema operativo del colosso cinese. L'annuncio è stato dato in occasione dell'evento Huawei Cloud Congress 2015.
FusionSphere implementa server virtuali, cloud privati, pubblici e ibridi, desktop cloud e reti virtuali Nfvi (Network function virtualization infrastructure), servizi fondamentali su tecnologia cloud che facilitano la continua innovazione del business.
FusionSphere è stato progettato per aiutare le imprese a superare le sfide che si presentano durante il processo di trasformazione dell’It”, ha commentato Joy Huang, Vp della It Product Line, “rendendo i flussi di lavoro agili ed efficienti, pronti ad affrontare i cambiamenti del mercato e ridurre gli investimenti”.
Il concetto di open source è stato applicato nei componenti, nell'architettura e nell'ecosistema di FusionSphere 6.0, offrendo ai clienti una maggiore scelta per quanto riguarda i software. La nuova versione va di pari passo con la comunità open source OpenStack, è conforme agli standard OpenStack nativi e supporta le interfacce di programmazione delle applicazioni): applicazioni di terze parti sviluppate su OpenStack nativi possono essere eseguite 0 senza apportare alcuna modifica.

Fondamenta OpenStack
Grazie ai suoi contributi alla comunità OpenStack, Huawei si è classificata al settimo posto nella graduatoria ufficiale di Kilo, la versione 11 dell'ambiente. Il suo contributo comprende la soluzione dei bug, recensioni ed evoluzione dell'architettura e dell'innovazione. L’attività di Huawei è in continua evoluzione anche nel campo dell’open source container ed è tra i soci fondatori del progetto Oci (Open Container Initiative) e del Cncf (Cloud Native Computing Foundation).
Grazie all’architettura OpenStack, FusionSphere 6.0 integra server e hypervisor di terze parti, condividendoli on-demand. Attraverso cataloghi di servizio unificati e Api ben documentate, FusionSphere offre soluzioni IaaS (Infrastructure as a Service) per gli utenti e applicazioni di livello superiore per una distribuzione flessibile e su misura dei servizi alle aziende.
La decisione di mettere sul cloud servizi aziendali chiave dipende dal grado di sicurezza della piattaforma cloud. Huawei FusionSphere 6.0 fornisce la tecnologia end-to-end per backup e recupero dati, supportando features quali host replication, storage replication e disaster recovery Vis active-active (contro l'active-passive). Inoltre la soluzione Sdn hardware e software contribuisce alla realizzazione di una rete orientata ai servizi che gestisce automaticamente le reti virtuali e fisiche e supporti il funzionamento dei servizi It dedicati.
Attualmente, Huawei FusionSphere è stato implementato in oltre 80 Paesi ed è utsato da oltre 1000 clienti provenienti da diversi settori, tra cui telecomunicazioni, finanza, istituzioni e pubblica amministrazione, energia, trasporti, sanità, istruzione, media e manifatturiero.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here