Home Cloud Cloud Foundry semplifica lo sviluppo delle applicazioni moderne

Cloud Foundry semplifica lo sviluppo delle applicazioni moderne

La Cloud Foundry Foundation, in occasione del Cloud Foundry North American Summit, che si è tenuto in forma virtuale come tanti altri eventi e conferenze in questo periodo, ha annunciato il rilascio della versione 7 della Cloud Foundry Command Line Interface: CLI v7.

La CLI v7 di Cloud Foundry sblocca nuovi flussi di lavoro per lo sviluppo di applicazioni per gli utenti che richiedono un controllo granulare delle loro app e supporta strategie di deployment avanzate mediante l’utilizzo delle API Cloud Foundry v3.

Sia la nuova versione dello strumento CLI che le API v3 consentono workflow unici esponendo risorse di controllo di package, droplet, build e processi.

La versione aggiornata della Command Line Interface e delle API introduce anche nuove risorse come sidecar, manifest e deployment.

Grazie alla nuova CLI di Cloud Foundry, che estrae le nuance dell’API CF in un’interfaccia a riga di comando facile ed elegante da usare, le moderne tecniche di sviluppo diventano molto più semplici.

Con la possibilità di aggiungere il tool CLI v7 al loro arsenale, la community di Cloud Foundry offre agli sviluppatori nuove e potenti funzioni che consentono di alzare il livello di produttività, mentre le funzionalità dell’ecosistema Kubernetes vengono integrate nella piattaforma, al contempo con un focus sulla semplificazione di metodologie di sviluppo avanzate.

Cloud Foundry, le nuove funzioni

Tra le funzioni chiave di CLI v7 è possibile trovare il push degli update alle app senza incorrere in downtime; un controllo granulare sul processo di push con comandi che suddividono il processo in sub-step che possono essere eseguiti indipendentemente.

Spicca anche l’utilizzo di un singolo comando per eseguire il push di app che eseguono processi multipli (ad esempio un’app web che ha un processo di interfaccia utente e un processo worker); l’esecuzione di processi aggiuntivi nello stesso container dell’app.

Si aggiunge anche la possibilità di applicare metadati ad oggetti, cosa che può aiutare nell’operatività, nel monitoraggio e nell’auditing.

Cloud Foundry

La Cloud Foundry Foundation è un’organizzazione open source indipendente e senza scopo di lucro istituita allo scopo di sostenere lo sviluppo, la promozione e l’adozione di Cloud Foundry come application platform per il cloud computing standard del settore, per offrire le migliori esperienze di sviluppo alle aziende di tutte le dimensioni.

A propria volta, Cloud Foundry è una tecnologia open source supportata da alcune delle maggiori società tecnologiche del mondo, tra cui Dell, Google, Ibm, Microsoft, Sap, Suse e VMware, e utilizzata anche da aziende leader nei settori manifatturiero, delle telecomunicazioni, dei servizi finanziari e altri.

L’architettura basata su container di Cloud Foundry esegue app in qualsiasi linguaggio, su un’ampia scelta di cloud: Amazon Web Services (AWS), Google Cloud Platform (GCP), Ibm Cloud, Microsoft Azure, OpenStack, VMware vSphere e altri.

Offre inoltre un solido ecosistema di servizi e una semplice integrazione con le tecnologie esistenti, per supportare le app mission-critical per le organizzazioni globali, dalle startup alle grandi imprese multinazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php