Home Cloud Come imparare a sviluppare per il cloud: gli skills badge di Google

Come imparare a sviluppare per il cloud: gli skills badge di Google

All’inizio di quest’anno, Google Cloud aveva lanciato la skills challenge, che fornisce 30 giorni di accesso gratuito alla formazione per costruire la propria conoscenza del cloud. E per avere l’opportunità di acquisire skill badge che danno la possibilità di mostrare le proprie competenze Google Cloud, ad esempio in un curriculum.

Ora Google Cloud ha aggiunto una nuova track Native App Development alla skills challenge, che va ad unirsi ai percorsi Getting Started, Data Analytics, Kubernetes, Machine Learning (ML) e Artificial Intelligence (AI).

Il percorso Native App Development è progettato per gli sviluppatori cloud che vogliono imparare a costruire web app serverless e applicazioni Google Assistant su Google Cloud utilizzando Cloud Run e Firebase.

In particolare, l’utente avrà l’opportunità di guadagnare tre skill badge con la track Native App Dev: Serverless Firebase Development, Serverless Cloud Run Development e Build Interactive Apps with Google Assistant.

Per guadagnare uno skill badge, sarà necessario completare una serie di lab pratici e poi fare un lab di valutazione finale per mettere alla prova le conoscenze acquisite, ha spiegato Google Cloud.

Per acquisire lo skill badge Serverless Firebase Development il candidato impara a costruire app web serverless, importare dati in un database serverless e costruire applicazioni di Google Assistant usando Firebase, la piattaforma di backend-as-service di Google per creare applicazioni web e mobili.

Per il badge Serverless Cloud Run Development si impara come usare Cloud Run, una piattaforma serverless completamente gestita, per connettere e sfruttare i dati memorizzati in Cloud Storage. Si impara come usare Cloud Run per costruire un sistema resiliente e asincrono con Pub/Sub, un gateway API REST e costruire ed esporre servizi.

Per guadagnare lo skills badge finale Build Interactive Apps with Google Assistant, il candidato costruirà applicazioni di Google Assistant creando un progetto nella console Actions, integrando Dialogflow, testando l’azione nel simulatore di Actions e aggiungendo l’API Cloud Translation alla propria applicazione Assistant.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php