Cloudseed ricerca startup intense. In hangout

Il cloud computing non è solo una formula pubblicitaria, bensì un ricco cappello dal quale escono in continuazione nuove sorprese e nuovi trucchi. Prima di sviluppare un progetto è bene conoscere le risorse di base e saperle controllare negli aspetti principali: ascoltiamoli in un hangout dal vivo.

Cosa caratterizza un'attività di successo nel cloud, in termini di consumo di risorse? Dove è possibile incrementare i risultati operativi, sfruttando al meglio l'incrocio tra risorse cloud e meccanismi più o meno sociali? Il pannello di controllo dell'azienda che ha un vantaggio competitivo deve comprendere pratiche e trucchi di gestione non sempre ovvi o banali.
Un modo per raccoglierli unisce il paradigma cloud e l'approccio sociale, creando un'interazione che cresca più velocemente del numero di utenti, così come l'attività economica dell'azienda. Molti ottimi cloud business hanno una crescita lineare, ad esempio quelli basati su uno storage puro e semplice. Quando s'innescano altri meccanismi di partecipazione, però, il risultato può essere superiore. L'interazione può prendere il sopravvento in una delle risorse impiegate, che sia Cpu, Ram, storage o network. In genere la maggior partecipazione viene raggiunta con un approccio di tipo sociale, ma in alcuni casi vale anche la spinta sull'individuo, com'è in alcuni casi di corretta gamificazione.


Cloud Intensity hangout, lunedì 27 maggio

Delle forme d'intensità di sfruttamento delle risorse cloud si parlerà lunedì 27 maggio dalle 18.30 nel quarto hangout di CloudSeed by Seeweb, il contest che proprio nella cloud intensity cerca nuove startup da premiare. Gli strumenti di promozione dell'edizione 2013 non sono pubblicitari ma formativi: gli incontri virtuali in hangout (sensor, mobile backend e bizmodel) sono stati affiancati da appuntamenti universitari del programma Academy, già sviluppati presso le Università di Cassino e di Roma Tre.


Il parere di Leonforte, Garulli e Natili

All'hangout sulla Cloud Intensity del 27 maggio parteciperanno Antonio Leonforte (Ceo Fhoster), Luca Garulli (Ceo NuvolaBase ) e Giorgio Natili (Ceo GnStudio). La discussione sarà alimentata dalla conduzione a due voci di Stefano Bellasio (Ceo HostingTalk e Leo Sorge (Manager Cloudseed).
Il video streaming sarà visibile sulla pagina G+ e sulla pagina YouTube collegata . Per registrarsi allo streaming e fare domande in chat diretta basta cliccare su questo evento G+. Il video resterà poi disponibile on demand sul canale Youtube di Seeweb.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here