Cisco, missione mobility

Presentate tre soluzioni mobile verticali, pensate per il retail e la sanità.

A dispetto di un business aziendale caratterizzato da un'attenzione crescente nei confronti del tema della mobilità (secondo Gartner gli investimenti in applicazioni mobile e wireless cresceranno dal 10 al 20% all'anno sino al 2009), la maggior parte delle organizzazioni non sembra avere ancora definito una strategia It in questo ambito. Sinora l'approccio risulta improntato alla pura reattività, condizione che, spesso, lascia il fianco scoperto a possibili problematiche di security: sono, infatti, poche le imprese che dispongono di policy di sicurezza unificate tra mondo wired e wireless, mentre sono ancora troppe le aziende che sprovviste di strumenti che monitorino le minacce.


«La mobilità - ha esordito Roberto Mircoli, Business development manager di Cisco Italia - ha a che fare con le persone e più specificatamente con la connessione di persone con altre persone, luoghi e oggetti, in modo da abilitare collaborazioni più fertili con colleghi e partner, garantire un accesso ubiquo alle informazioni e portare in rete altra conoscenza». È su questa premessa che Cisco punta ad abilitare la cosiddetta Human network, un'infrastruttura capace di rendere le applicazioni fruibili in qualunque luogo e su qualsiasi dispositivo, in sicurezza.


«L'esperienza di business deve essere possibile ovunque - ha continuato Mircoli -, questo significa che i servizi dei datacenter devono essere virtualizzati e capaci di muoversi insieme alle persone, in modo da garantire loro il massimo della flessibilità. La piattaforma tecnologica che abilita questa visione è la rete, caratterizzata, però, da elementi portanti come l'intelligenza, la convergenza e la capacità multiservizio».


Su queste basi, Cisco ha sviluppato alcune soluzioni verticali di mobilty, espressamente pensate per il settore retail e sanità. Alla base delle nuove In-Store Mobility Solution c'è, naturalmente, l'infrastruttura Cisco Unified Wireless Network, in grado di proteggere il punto vendita dalle minacce wireless, permettere di custodire in sicurezza i dati dei clienti e svolgere funzione di piattaforma per fornire applicazioni mobile a dipendenti, fornitori e clienti in ogni zona del negozio.


Cisco In-Store Mobile Voice fornisce servizi voce e applicazioni dati attraverso i dispositivi telefonici Cisco Unified Wireless Ip Phone 7921G e altre apparecchiature di partner Cisco. Con l'applicazione Berbee PushToTalk, che aggiunge la funzione di walkie-talkie a un sistema Cisco Unified Wireless Ip Phone, i dipendenti possono comunicare in modo immediato con altri colleghi e con la direzione, migliorando il loro livello di collaborazione e produttività.

Cisco In-Store Personal Shopper combina, invece, le soluzioni Cisco Unified Wireless Network e MediaCart, creando un carrello interattivo dotato di un display video che permette al cliente di accedere a funzioni self-service. Gli esercenti possono inviare direttamente sul display le promozioni, la lista della spesa, i servizi per controllare il prezzo dei prodotti in tempo reale e funzioni di esplorazione del punto vendita. La MediaCart, creata con tecnologie Cisco, usa sensori Rfid per determinare in tempo reale la posizione di un cliente e inviare messaggi pubblicitari. Le analisi sui dati raccolti forniscono report sulle performance dei messaggi pubblicitari e il tracking dei percorsi di acquisto dei clienti.

In ambito sanitario, Cisco ha, infine, messo a punto Location-Aware Healthcare, in grado di monitorare il personale in base alla presenza, gli asset, i processi e le emergenze in modo da migliorare le prestazioni ai pazienti. La soluzione si basa sull'estensione della famiglia Unified Wireless Network, che fornisce un'ampia gamma di servizi di mobility e nuove funzionalità di gestione Lan wireless.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome