<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Cloud Che tecnologia usa chi aiuta le aziende a migrare i workload su...

Che tecnologia usa chi aiuta le aziende a migrare i workload su cloud

Con sede a Milano, Furaco IT fornisce a piccole e medie imprese servizi completi di consulenza, progettazione, implementazione e gestione dell’IT.

Recentemente ha lanciato la Furaco Cloud Platform per fornire servizi cloud personalizzati tarati sulle specifiche esigenze dei clienti. Con un impegno ad aiutare le aziende a ottimizzare le loro attività attraverso le più recenti innovazioni tecnologiche, Furaco IT offre anche servizi di Virtual Desktop Infrastructure (VDI), smart working e disaster recovery.

Per ridurre i costi, accrescere l’agilità e liberare i team IT in modo che possano concentrarsi sull’innovazione dei servizi, molte aziende spostano nel cloud i loro carichi di lavoro. Questa tendenza rappresenta un’opportunità per fornitori di soluzioni Infrastructure as a Service (IaaS) come Furaco IT per incrementare il proprio business.

Con questi obiettivi Furaco IT ha iniziato un processo di potenziamento della propria piattaforma IaaS offrendo un accesso semplificato a tecnologie ibride e di public cloud come Microsoft Azure.

L’obiettivo era di scalare rapidamente le proprie attività per servire nuovi clienti e porre le basi per offrire una gamma più ampia di servizi basati su dati.

Mattia Trussardi, co-fondatore e amministratore IT di Furaco IT, ci spiega che “Sebbene gli ambienti cloud privati possano essere perfetti per i clienti con sistemi e applicazioni IT altamente personalizzati, non sono l’opzione migliore per tutte le aziende. Per garantire di poter offrire la soluzione ottimale per ogni cliente, abbiamo deciso di ampliare il nostro portafoglio di prodotti integrando ambienti pubblici e ibridi“.

Per supportare l’espansione dei suoi servizi di cloud ibrido e consentire una perfetta integrazione con piattaforme di cloud pubblico come Azure, Furaco IT aveva necessità di scalare la propria infrastruttura IT, basata su un’architettura tradizionale a tre livelli. Nel contesto di questa iniziativa, l’azienda ha inoltre identificato la fatturazione come un’area importante per l’innovazione.

Andrea Quetti, direttore generale di Furaco IT, aggiunge che “Con la crescita della nostra attività, è diventato chiaro che i processi di fatturazione esistenti non sarebbero stati in grado di offrire l’efficienza di cui avevamo bisogno. Ad esempio, calcolavamo manualmente le fatture per ogni cliente utilizzando dati da diversi sistemi di terze parti, il che richiedeva tempo prezioso che altrimenti avremmo potuto utilizzare per fornire servizi a valore aggiunto ai nostri clienti“.

Capacità di cloud ibrido integrato

A supporto dei suoi nuovi servizi Furaco IT ha scelto di sostituire l’attuale architettura del data center a tre livelli con un’infrastruttura iperconvergente basata sulla piattaforma Lenovo ThinkAgile MX e Microsoft Azure Stack HCI.

Trussardi spiega: “Per mettere in prospettiva la soluzione, il cluster Lenovo ThinkAgile MX a tre nodi proposto ha fornito le stesse prestazioni di elaborazione e archiviazione della nostra infrastruttura legacy, che comprendeva 11 server e tre sistemi SAN. Il fatto che Lenovo ThinkAgile MX Series sia stata progettata, testata e convalidata per Microsoft Azure Stack HCI è fondamentale, poiché questo ci rende molto più facile integrare l’infrastruttura locale con i servizi cloud di Azure“.

L’azienda ha implementato tre nodi certificati Lenovo ThinkAgile MX configurati come un singolo cluster. Per semplificare la distribuzione, la gestione, il consumo e la fatturazione dei suoi servizi cloud, Furaco IT ha implementato Acuutech MESH, un set di soluzioni chiavi in mano e servizi gestiti per Azure Stack HCI, forniti dal partner di Lenovo Acuutech.

Installazione senza soluzione di continuità

Con il supporto di Lenovo, Acuutech e Microsoft, Furaco IT ha completato l’implementazione di Lenovo ThinkAgile MX in meno di un mese. “L’implementazione dei nodi certificati Lenovo ThinkAgile MX è stata molto semplice e il team Lenovo ci ha aiutato a risolvere rapidamente i problemi che si sono presentati lungo il percorso – spiega Trussardi -. Siamo stati in grado di installare e configurare il cluster in soli due giorni, quindi abbiamo dedicato il tempo rimanente all’ottimizzazione dell’infrastruttura di rete di supporto“.

Per assicurare che la sua infrastruttura IT funzioni sempre senza intoppi, Furaco IT ha anche incaricato Lenovo di fornire supporto continuo nell’improbabile caso in cui i suoi sistemi subissero fermi macchina imprevisti.

Adottando funzionalità di cloud pubblico e ibrido con la piattaforma Lenovo ThinkAgile MX e Microsoft Azure Stack HCI, Furaco IT può offrire ai suoi clienti una gamma molto più ampia di servizi.

Passare a un’infrastruttura IT con soluzioni Lenovo e Microsoft è stata una vera svolta per Furaco IT – afferma Quetti -. Ora abbiamo la capacità di integrare servizi cloud ibridi e pubblici con le nostre offerte IaaS, il che aiuta a ridurre la necessità di investimenti frequenti e costosi nella nostra infrastruttura IT“.

Il passaggio a una singola infrastruttura iperconvergente ha anche prodotto miglioramenti significativi in termini di prestazioni per Furaco IT.

I clienti che utilizzano i nostri servizi VDI hanno notato che le loro applicazioni virtuali vengono eseguite molto più velocemente da quando siamo passati alla piattaforma Lenovo ThinkAgile MX – commenta Trussardi -. Inoltre, ora possiamo fornire e distribuire nuovi ambienti cloud per i nostri clienti con una velocità superiore del 40% rispetto al passato e, automatizzando i nostri processi di fatturazione con Acuutech MESH, abbiamo ridotto significativamente i carichi di lavoro di amministrazione dell’IT“.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php