Come funziona il chatbot che fa pagare meno un volo

Una chatbot per combattere i prezzi volatili delle compagnie aeree. È lo stesso bot, DoNotPay, che ha già aiutato gli utenti in altre occasioni creato da Joshua Browder, studente dell'Università di Stanford, definito il "Robin Hood della rete", che ha progettato il nuovo servizio sul bot in pochi mesi, dopo aver sperimentato una rapida fluttuazione dei prezzi delle compagnie aeree quando ha volato in California durante gli incendi dello scorso anno.

Come tutti sappiamo i prezzi dei voli cambiano in continuazione anche controllandoli a pochi minuti di distanza tanto che molti, quando danno un’occhiata prima di prenotare il volo, utilizzano la navigazione anonima.

Secondo Browder il suo sistema, provato con alcuni utenti, ha portato a un risparmio medio di 450 dollari l'anno, anche se non è chiaro quanti voli sono stati prenotati e quanto costano.

Il chatbot funziona negli Stati Uniti

Il servizio è disponibile al pubblico americano e per utilizzarlo, bisogna accedere con un account Google, inserire il numero di telefono, la data di nascita e le informazioni sulla carta di credito tramite Stripe.Browder giura che i dati della carta di credito non saranno memorizzati. Poi il chatbot dice che è tutto ok.

A questo punto ogni volta che che si acquistano biglietti aerei, sia da un sito di una compagnia aerea o di terzi, il chatbot aiuterà a pagare il prezzo più basso per la classe e il posto. Il bot negozierà con la compagnia aerea dietro le quinte.

Browder cita l'esempio di una persona che vola da New York a San Francisco con United Airlines. Se la persona prenota un volo di 380 dollari ma il prezzo scende a 120, sostiene che il bot negozierà con la compagnia aerea e la compagnia aerea emetterà un rimborso di 260 dollari. E se esistono voli drasticamente più economici nel momento in cui parte, chiederà via Sms se si vuole cambiare aereo.

Il chatbot utilizza le regole americane di cambio di prenotazione su un biglietto per cambiare volo e ottenere il rimborso. Utilizza regole come la "regola delle 24 ore", avvisi meteo e la conformità delle compagnie aeree con le leggi contro l'aumento dei prezzi per trovare biglietti più economici.

Ogni cinque secondi, il chatbot controlla fino al momento della partenza, quando il tempo e le lacune di cancellazione appaiono più spesso, secondo Browder. DoNotPay prenota e tiene il posto per voi con i propri soldi fino a quando il vostro vecchio posto può essere cancellato, utilizzando il finanziamento del bot.

Visto che non è esperto in regole di cambio di prenotazione di altri paesi, il chatbot funziona solo su compagnie aeree statunitensi con voli che partono dall'interno degli Stati Uniti, sia nazionali che internazionali. Non funziona per i voli internazionali verso gli Stati Uniti. (Il chatbot può anche controllare per i prezzi più bassi hotel da cinque catene alberghiere, tra cui Hilton, Intercontinental, Hyatt, Marriott e Best Western, ma non copre ancora ogni hotel.)

L'app sembra quasi facile e semplice da usare. Una volta inserite tutte le informazioni, la chatbot comunica con la compagnia aerea ogni volta che si acquista un biglietto utilizzando l'indirizzo e-mail che hai dato il bot. L'unica comunicazione che ricevi è dalla chatbot via Sms che chiede se vuoi o meno lo sconto.

Browder dice che il bot rimarrà sempre un prodotto gratuito, ma vede un modo per fare soldi fuori alla fine di questi servizi. Se questa nuova caratteristica di volo si rivelerà popolare, Browder prenderà in considerazione di espanderla ad altri settori come le assicurazioni, la sanità e le piccole imprese, dove ci potrebbe essere più di un'opportunità per renderla commercialmente sostenibile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome