Home Mercato CES 2017, i numeri di una manifestazione non più consumer

CES 2017, i numeri di una manifestazione non più consumer

Vuol essere, almeno per questa cinquantesima edizione, l’evento record. Per questo CES 2017 si presenta, a poche ore dall’inizio ufficiale, con una serie di numeri da record.

La manifestazione si svolgerà su una superficie di 800.000 metri quadrati netti e, a conferma della sua attrattività, quest’anno vanta oltre 850 aziende al debutto sul suo palcoscenico.
Tra questi colossi come Baidu, Bing, Comcast, Twitter, Xiaomi, ma anche l’italiana Magneti Marelli. che si presenta nel settore automotive con la sua proposta di sensori e sistemi di sicurezza.

Il calendario dei keynote di CES 2017

Sette i keynote in calendario: si parte domani con il Ceo di Nvidia Jen-Hsun Huang, per poi passare al parterre del 5 gennaio con Carnival, CTA, Huawei, Nissan, per poi approdare al 6 gennaio con Qualcomm e Under Armour.
Nella supersessione gestita da CTA, sul palco arriveranno Allan Muray, Chief Content Officer di Time, Mark Fields, presidente e CEO di Ford, Brian Krzanich, Ceo di Intel, Mike McNamara, Ceo di Flex. 

Le aree espositive

Tre le aree espositive, Tech East, Tech West e Tech South, 24 le categorie merceologiche rappresentate.
Tra le nuove aree, così come segnalate sul sito della manifestazione, spiccano un Sleep Tech Marketplace, promosso dalla Nation Sleep Foundatio: 10 espositori e tecnologie che vanno dai rilevatori della qualità del sonno all’illuminazione notturna, per arrivare ai letti intelligenti.
Ci sarà un’area dedicata al tema Smart Energy, promossa da Solar Power International, una alle tecnologie per l’infanzia (Baby Tech) e una a quelle per la bellezza (Beauty Tech).
Cresce l’area dedicata alle startup, con 600 partecipanti, 100 in più rispetto all’edizione 2016, provenienti da 34 Paesi.
Mastercard promuoverà un forum sulle monete digitali, un altro forum sarà dedicato alla cybersecurity e uno al nuovo tema della digital health.

Dimentichiamoci il “consumer”

Quattro i nuovi filoni di approfondimento, che includono printed electronics, IoT, data privacy & smart systems.
Sport e auto ampliano gli spazi a loro disposizione, così come cresce anche l’area dedicata all’ecommerce e alle soluzioni per il mondo enterprise, segno che il consumer non è la sola vocazione del Ces.
Del resto, gli organizzatori ci tengono a sottolinearlo ripetutamente, guai a chiamarlo Consumer Electronics Show. Quella è l’eredità del passato: oggi è solo CES e tanto basti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php