Centrino cambia ed entra in una nuova fase

Al via Sonoma, evoluzione dell’architettura per notebook. Vengono ora supportate le DDR2, il Serial ATA e il PCI Express

Il 2005 si apre con il completamento del rinnovo di Centrino, la fortunata
piattaforma per notebook di Intel presentata nel marzo del 2003.

Prima di analizzare le novità, ricordiamo che un notebook si può
fregiare del logo Centrino quando ha al suo interno tre elementi: il Pentium
M, il chip-set dedicato e la scheda Intel Pro Wireless che permette una connettività
senza fili.

Nel corso del 2004, rispetto alla piattaforma di partenza, Intel aveva cambiato
il processore: Pentium M Dothan al posto di Pentium
M Banias,
mentre il chipset era rimasto invariato.

In questa nuova fase la piattaforma, denominata Sonoma, presenta al posto
del chipset 855 il nuovo i915, chiamato in codice Alviso,
e i chip wireless 2200bg o 2915abg rispetto al 2100b, sigle
che stanno ad indicare il completo supporto alle tre più diffuse tecnologie
di rete senza fili.

Come abbiamo accennato, il nuovo Centrino continua ad adottare il Pentium
M con core Dothan, che, rispetto alla generazione precedente guadagna in misura
marginale nella frequenza dell’FSB (Front Side Bus, il canale di collegamento
tra CPU e i vari componenti presenti sulla scheda madre). Da 400 si
passa ai 533 MHz
, un guadagno teorico del 33% che però non si
traduce in un guadagno equivalente nelle prestazioni complessive.

Nel processore ci sarà la possibilità di attivare il cosiddetto
Execute Disable Bit, disponibile solo con il Service Pack 2
di Windows XP: è una funzionalità che permette di bloccare l’esecuzione
di codice tipico dei eorm, ed evitare così la loro diffusione.

Cinque nuovi Pentium M saranno identificati dal numero 730 e progressivi che
stanno ad indicare il crescere della frequenza fino al 770. I dettagli sono
illustrati nella tabella seguente.

Processore Processo produttivo Frequenza (max/min) Tensione (Max perform. / Battery optim.) FSB Consumo medio
Pentium M 770 90nm 2.13 GHz/800 MHz 1.260-1.372V / 0,988V 533 MHz 27 W
Pentium M 760 90nm 2 GHz/800MHz 1.260-1.356V / 0,988V 533 MHz 27 W
Pentium M 750 90nm 1.86 GHz/800 MHz 1.260-1.356V / 0,988V 533 MHz 27 W
Pentium M 740 90nm 1.73 GHz/800 MHz 1.260-1.356V / 0,988V 533 MHz 27 W
Pentium M 730 90nm 1.60 GHz/800 MHz 1.260-1.356V / 0,988V 533 MHz 27 W
Pentium M LV 758 90nm 1.50 GHz/600 MHz 1.116V / 0,988V 400 MHz 10 W
Pentiium M ULV 758 90nm 1.20 GHz/600 MHz 940V / 0.812V 400 MHz 5 W

In più ci saranno due versioni (Low Voltage e Ultra Low Voltage)
studiati per essere integrati in chassis ultra slim o utilizzati in situazioni
in cui il consumo energetico è un fattore di primaria importanza.

Il nuovo chipset i915GME introduce alcune novità nella
piattaforma Centrino come le memorie DDR2, il FSB a 533 MHz,
il supporto al PCI Express e Serial ATA.

Anche la parte grafica è migliorata con un nuovo chip che supporta
nativamente le librerie DirectX 9 e permette ai costruttori di abilitare
il TV out integrato
, elemento fondamentale nei sistemi con un occhio
attento anche al mondo dell’intrattenimento domestico.

Il passaggio della memoria RAM da DDR a DDR2 permette più che un miglioramento
nelle prestazioni una gestione più efficiente nel consumo energetico.
Le DDR2 permettono infatti di risparmiare all’incirca 120 mW rispetto
alla precedente generazione.

Centrino 2004 e 2005 a confronto

Piattaforma Centrino 2004 Centrino 2005 “Sonoma”
Processore Pentium M Dothan Pentium M Dothan, con FSB a 533 contro i 400 MHz e il supporto dell’Execute
Disable Bit
Chipset i855 i915
Grafica AGP 4x, DirectX 8 PCI Express, Direct X 9, Uscita TV
Memoria RAM DDR 200/266/333 max 2 GB DDR2 400/533 max 2 GB
Supporto unità EIDE EIDE / SATA
Audio standard High Definition audio 5.1
SupportoWireless 802.11b/g 802.11a/b/g

Il futuro: a fine 2005 arriverà Napa
Come al solito nel mondo informatico l’uscita sul mercato di un prodotto
è anche l’occasione per dare uno sguardo a ciò che si sta
sviluppando in laboratorio.

Non fa eccezione l’annuncio di Sonoma, che è stato accompagnato
dalla previsione per fine 2005 di una piattaforma che rivoluzionerà non
poco il mondo dei personal computer: si tratta di Napa, la
prima piattaforma per notebook ad impiegare la CPU dual core, chiamata in codice
Yonah, costruita con processo a 65 nanometri. Gli altri due
elementi saranno il chipset Calistoga e la scheda di rete wireless Golan.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome