C’è l’IOT nelle strategie di Allnet

Emiliano PapadopoulosAttiva in Italia da ormai 15 anni, Allnet.Italia SpA è presente sul mercato come operatore a valore aggiunto, in grado di  proporre marchi e soluzioni innovativi. Racconta Emiliano Papadopoulos, Ceo dell’azienda italiana: “Nasciamo nel 2000, con una connotazione molto marcata sul mondo del networking, per poi gradualmente allargare il nostro focus anche verso altri segmenti adiacenti”.

La società ha un’alleanza strategica con il distributore tedesco Allnet Gmbh, fondato a Monaco di Baviera, presente anche in Austria, Francia, Spagna, Turchia e attivo anche sui mercati asiatici “Siamo di fatto – spiega Papadopoulos – due legal entities distinte: condividiamo alcuni vendor e le visioni strategiche”. Un approccio condiviso che ha portato l’azienda nel tempo ad espandere la propria presenza non solo sul fronte del networking ma verso il mondo delle Unified Communications e più recentemente dell’IoT e della domotica.

“In pratica – spiega il CEO – noi identifichiamo le nicchie nelle quali ci interessa operare e lì investiamo”.
Così, sul fronte dell’Internet of Things la società ha stretto una partnership con Solair, uno dei player italiani più attivi nel comparto e, soprattutto, sta investendo in questo mercato. “Le risorse assegnate all’IoT sono indispensabili per capire come muoverci: su quali tecnologie, quali brand e quali competenze dobbiamo acquisire”.

La terza rivoluzione industriale, la definisce Papadopoulos, convinto dell’importanza di un focus specifico sull’IoT per la sua pervasività: “Tutti i settori ne sono toccati, anche quelli inimmaginabili. Pensiamo a Tesla con le auto, agli impatti nelle smart home, per non parlare dello smart metering o delle smart cities. È un settore che rappresenta la sfida del futuro, in grado di aprire nuove possibilità”.

Un’altra area interessante per la società è rappresentata dai big data, anche se in questo caso stiamo parlando di un settore al quale guardiamo in un’ottica più futuribile, magari partendo con qualche partnership. Più concrete sono le attività in ambito sicurezza o legate alle infrastrutture Wi-Fi.

Accanto a trading e logistica, Allnet.Italia si occupa di formazione, di prevendita, di post vendita di lead generation, formazione e certificazioni. Collabora con tutti i partner che abbiano un’estrazione digitale, senza fermarsi alla sola It: questo significa annoverare tra i clienti profili molto diversi, dai rivenditori agli integratori fino alle software house.

In Italia Allnet.Italia opera con una struttura composta da quaranta persone, gestisce circa 70 brand e 3000 clienti. Il fatturato negli ultimi anni è sempre stato in crescita.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome