Cambiare l’Europa con i big data

La Fondazione dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia ha presentato a Bruxelles le proposte di innovazione sostenibile fatte da giovani imprenditori, professionisti e accademici.

Al Forum annuale per l'innovazione della Fondazione dell'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (Eit) di Bruxelles trenta
giovani professionisti, imprenditori e studenti hanno presentato idee
di opportunità commerciali in settori che vanno dall'assistenza
sanitaria alla produzione energetica e alle informazioni di mercato.

Il programma dei giovani della Fondazione Eit punta a scoprire una nuova generazione di imprenditori di talento in grado di stimolare lo sviluppo di innovazioni sostenibili nell'Ue. 
Il gruppo di giovani scelti sta seguendo un programma di formazione imprenditoriale.

Nel
corso dell'anno la Fondazione lancerà  un programma di tirocini
nell'ambito delle sue organizzazioni fondatrici per contribuire a
sviluppare le capacità imprenditoriali e di innovazione dei giovani.

La Fondazione Eit
è un'organizzazione indipendente filantropica istituita nel 2010
dall'Istituto europeo di innovazione e tecnologia insieme a dieci
imprese: Agfa Gevaert, Akzo Nobel, Alcatel-Lucent, Bnp Paribas, Ernst
& Young, Google, Intel Labs Europe, Mol, Solvay e il Vodafone
Institute for Society and Communications.

I 30 giovani individuati dalla Fondazione Eit si stanno concentrando sull'uso dei big data nell'assistenza sanitaria, nell'istruzione superiore, nel mercato dell'energia (dove opera l'italiano Tommaso Alderigi con il progetto Glint4Life: QUI l'account Twitter), nel sostegno delle startup, per le città intelligenti e la gestione della conoscenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here