Home Digitale Cambia l’algoritmo di ranking di Google: arriva la page experience

Cambia l’algoritmo di ranking di Google: arriva la page experience

Lo scorso maggio Google aveva annunciato che l’indicatore di page experience sarebbe stato incluso nel ranking della Ricerca Google. Si tratta di un insieme di parametri in realtà, più che di una singola indicazione, che misurano il modo in cui gli utenti percepiscono l’esperienza di interazione con una pagina web.

Ora Google ha confermato che a maggio 2021 inizierà il roll out dei parametri della page experience nel ranking di Google Search.

Google ha spiegato che i nuovi parametri che compongono la page experience combinano i cosiddetti Core Web Vitals con i parametri di ricerca esistenti, tra cui l’ottimizzazione per i dispositivi mobili, la navigazione sicura, la sicurezza HTTPS e le linee guida sugli interstitial intrusivi.

Google page experience

La modifica che fa sì che i contenuti non AMP diventino idonei a comparire nella funzione Top Stories per dispositivi mobili nella Ricerca verrà implementata anch’essa a maggio 2021. Qualsiasi pagina che soddisfi le norme sui contenuti di Google News sarà idonea e verrà data la priorità alle pagine con un’ottima page experience, che sia implementata utilizzando AMP o con qualsiasi altra tecnologia web, poiché vengono classificati i risultati.

Google ha anche reso noto di avere in programma di testare un indicatore visivo che evidenzi nei risultati di ricerca le pagine che hanno un’ottima page experience.

Per far sì che i webmaster possano prepararsi a queste modifiche Google ha rilasciato una serie di strumenti che i publisher possono utilizzare per iniziare a migliorare la page experience. Il primo passo, sottolinea Google, è eseguire una verifica delle pagine per tutto il sito per vedere dove c’è spazio per miglioramenti. Il report della Search Console per i Core Web Vitals offre una panoramica di come va il sito e un’analisi approfondita dei problemi.

Gli strumenti Page Speed Insights e Lighthouse possono poi aiutare nelle iterazioni relative alla risoluzione dei problemi che sono stati scoperti. Su web.dev Google fornisce una carrellata di tutti gli strumenti necessari per iniziare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php