Brevetti: Ibm e Samsung fanno il pieno

Con la fine del 2011 arriva anche la classifica delle aziende che hanno registrato il maggior numero di brevetti. E considerando le battaglie in corso, non si tratta di dettagli.

Considerando quanto valgono oggi i brevetti e quanto aziende del calibro di Google sono disposte a pagare pur di mettersi al riparo da possibili ritorsioni da parte dei legittimi o sopraggiunti detentori dei diritti di proprietà intellettuale, si capisce come, finito un anno, la classifica delle aziende che hanno depositato il maggior numero di brevetti non sia solo sfoggio di bravura.

Così non stupisce trovare, per la diciannovesima volta consecutiva, Ibm al primo posto della graduatoria statunitense, con 6.180 brevetti, che, secondo quanto dichiara la stessa società, ”coprono un’ampia gamma di tecnologie informatiche destinate a supportare una nuova generazione di sistemi, processi e infrastrutture avanzate per infondere intelligenza nel commercio, nello shopping, nella medicina, nei trasporti e in tutte le attività delle imprese pubbliche e private”.

Se Ibm tiene e precisare che il numero di brevetti da lei presentati è quattro volte superiore a quello di Hp e in ogni caso supera il totale raggiunto complessivamente da Apple, Amazon, Google, Emc, Hp, Microsoft e Oracle/Sun, Samsung, dal canto suo, evidenzia come il suo secondo posto in classifica corrisponda a 4.895 brevetti depositati, in crescita dell’8% rispetto allo scorso anno.
La società, che dichiara un investimento di circa il 7% del suo fatturato in attività di ricerca e sviluppo, sottolinea inoltre di risultare invece al primo posto per il numero di richieste brevettuali sottoposte all’U.S. Patent and Trademark Office (Uspto) a livello mondiale.

Il terzo posto nella classifica dell’Ifi Claims Patent Service americano spetta a Canon, con 2.822 brevetti, il quarto a Panasonic, con 2.560 brevetti e il quinto a Toshiba, con 2.484 brevetti.
Microsoft, per chiudere, è sesta, con 2.312 brevetti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here