Home Software Sviluppo Big Code, come automatizzare le modifiche al codice su larga scala

Big Code, come automatizzare le modifiche al codice su larga scala

Sourcegraph ha lanciato Batch Changes, una soluzione che permette a sviluppatori e imprese di automatizzare e tracciare le modifiche al codice su larga scala attraverso tutti i repository e gli host, in un’era di Big Code.

Allo stesso modo in cui Big Data ha avuto un forte impatto sui team di dati, è la riflessione del team di Sourcegraph, Big Code sta creando ostacoli ai team di ingegneri delle aziende, che fanno fatica a navigare e apportare modifiche a codebase sempre più grandi e complessi.

Big Code Sourcegraph

L’anno scorso, ha messo in evidenza la società specializzata in universal code search, oltre 800.000 sviluppatori hanno usato Sourcegraph per effettuare ricerche e comprendere tutto il loro codice.

Con Batch Changes, le aziende possono ora automatizzare il refactoring di codice su larga scala, così come i fix di sicurezza e le migrazioni su migliaia di repository.

Big Code Sourcegraph

Per accelerare la produttività degli sviluppatori e superare le sfide poste dal Big Code, ha sottolineato ancora Sourcegraph, alcuni giganti tecnologici come Google hanno sviluppato strumenti proprietari interni per automatizzare fino al 70% delle modifiche al codice.

Tuttavia, la maggior parte delle imprese non possiede la tecnologia necessaria per apportare modifiche al codice su larga scala e ricorre invece alla creazione e al monitoraggio manuali di migliaia di pull request.

Batch Changes è progettato per fornire agli sviluppatori una struttura dichiarativa per trovare e modificare il codice in migliaia di repository. Dispone di una semplice interfaccia utente per aiutare le imprese a gestire i changeset risultanti attraverso controlli e revisioni del codice, in modo che possano essere sicuri che ogni modifica venga sottoposta a merge.

Big Code Sourcegraph

Automatizzando le modifiche al codice su larga scala, le imprese possono ridurre il tempo necessario dell’80%. Oltre ad aumentare la velocità e l’accuratezza, si riduce anche il rischio di introdurre modifiche non corrette. Il risultato è quello di migliorare la qualità del codice in tutta l’organizzazione, riducendo il rischio di bug o codice scadente che arriva in produzione.

Invece di gestire manualmente migliaia di pull request per rimuovere il codice legacy, risolvere problemi critici di sicurezza o aggiornare le dipendenze, le imprese con Batch Changes possono automatizzare le modifiche al codice su larga scala.

In tal modo le aziende hanno la possibilità di mitigare più efficacemente le sfide associate a Big Code, migliorare la velocità di sviluppo e innovare più velocemente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php