Asus entra nel mercato desktop

Da settembre la società taiwanese proporrà quattro linee di prodotti, che spazieranno da modelli per gli extreme videogamer ai media center, dagli small form factor per la casa e l’ufficio all’Eee Box. Totalmente rivista anche la gamma Eee Pc

Sarà una Asus diversa quella
che affronterà il mercato a partire dal prossimo settembre. E lo sarà sia nella
struttura aziendale sia nei prodotti, che, oltre a un'importante rivisitazione
della linea Eee Pc, per la prima volta vedranno l'introduzione a listino di una
gamma di computer desktop, con un modello specificatamente pensato per il mondo
dell'extreme gaming.

Per far fronte a questa nuova sfida, e per supportare in modo adeguato
i nuovi prodotti
- ci ha detto Luca
Rossi, regional manager di Asus per l'Italia e l'Est Europa
- abbiamo dato vita a una nuova business unit
che si occuperà esclusivamente dei desktop, fornendo assistenza e servizi
specifici
”.

Forte di un fatturato
cresciuto di oltre il 60% su base annuale
, Asus Italia farà da apripista nella
commercializzazione a livello europeo dei nuovi prodotti, un progetto pilota
che dovrebbe fornire precise direttive sul gradimento degli utenti e sulle
modalità di commercializzazione dei nuovi computer.

Le gamme di desktop
disponibili da settembre saranno quattro: ProGamer
Cg6000
, Essentio, Nova Lite e Eee Box. Come si intuisce dal nome, la prima
linea di prodotti è indirizzata a quei giocatori che fanno dei videogame una
vera attività, quasi “una ragione di vita”. Dalle dimensioni decisamente generose e con un aspetto molto aggressivo
(il frontale riproduce l'elmo di un guerriero), integra il meglio della tecnologia attuale e può supportare un picco
nei consumi pari a 2 KW
. Il prezzo partirà da 3.000 euro.

Small form factor è la parola
d'ordine per gli Essentio (3 litri il volume) e i Nova
Lite (2 litri).
Il primo, disponibile in tre versioni
(Lct, Es e Cs), è pensato sia per l'home
entertainment domestico sia per l'utilizzo in un piccolo ufficio o in un
negozio
. Basato su un processore Intel Core 2 Duo, viene definito da Asus “il più piccolo desktop al mondo dotato di
scheda video discreta
”. Il modello Cs sarà in vendita a 899 euro.

Nova Lite
può invece essere visto come un media center, da posizionare in salotto, a
fianco del televisore e dell'impianto di home theater, che ne può sfruttare
l'uscita audio 5.1. Silenziosissimo (meno attorno ai 26 dB il rumore emesso),
sarà venduto a 400 euro.

Tra i prodotti più attesi, l'Eee Box andrà ad ampliare la famiglia
Eee, ormai divenuta un brand a tutti gli effetti, con un desktop in miniatura (223x178x16 mm le dimensioni) che sfrutta i
consumi contenuti del processore Atom
per limitare il dispendio di energia:
Asus afferma che rispetto a un normale
desktop il risparmio arriva al 90%,
il che tradotto in moneta significa
circa 20 euro l'anno. Cifra che può arrivare a 80 euro se se ne fa un utilizzo
ininterrotto giorno e notte, come per esempio nel peer-to-peer, ha sottolineato Asus.

Nella visione del
costruttore, l'Eee Box offre una vasta possibilità d'impiego, che spazia dalla
casa all'azienda, dall'educational al P2p.

Dotato di sistema operativo
Windows Xp Home, hard disk da 80 Gbyte e connessione Wi-fi n, il suo prezzo
varierà dai 250 euro ai 300 euro, in base alla configurazione.

Come si vede, è un'offerta di
desktop davvero ampia quella che Asus proporrà al mercato. Cosa si aspetta
l'azienda da tale offerta? “Non ci siamo
posti particolari obiettivi
- ha sostenuto Luca Rossi -. Il primo anno sarà un periodo di rodaggio
con cui intendiamo verificare la ricettività del mercato italiano per tarare al
meglio la nostra proposta
”.

Del tutto differente è il
discorso inerente l'Eee Pc, del
quale Asus ritiene di poter aumentare le
vendite anno su anno di circa il 50%
. D'altra parte, parliamo di un
prodotto che nel solo secondo trimestre
di quest'anno ha visto nel nostro Paese la vendita di circa 150 mila pezzi
.
E le cose avrebbero potuto andare anche meglio se non ci fossero stati problemi
di shortage con le batterie.

Per raggiungere i risultati
sperati, e quindi contrastare l'imminente arrivo della concorrenza (Acer in testa),
Asus proporrà a settembre una gamma di Eee Pc rinnovata in tutti i reparti. La
base dell'offerta sarà il modello 900 (l'unico
con sistema operativo solo Linux), che ha subito un refresh e che vede la capacità
di storage arrivare a 16 Gbyte. A questo si affiancherà il 900a, che adotta l'Atom e una batteria a 6 celle. Un gradino più in
alto troviamo il 901, che sfoggia un
audio Dolby Surround e connettività Bluetooth. Completano l'offerta i modelli 904Hd e 1000H, entrambi dotati di hard disk da 80 Gbyte. Il 1000H ha anche
lo schermo da 10”,
“la dimensione massima che abbiamo previsto per questa gamma di prodotti” ha
precisato Rossi.

I nuovi Eee Pc saranno
disponibili a partire da fine agosto con
prezzi che vanno da 299 euro a 499 euro.

A fronte di queste novità,
sorge spontanea una domanda: le nuove dotazioni hardware non potrebbero far “sforare”
un po' gli Eee Pc dal mondo netbook per portarli a competere con i normali
notebook? “Assolutamente no - ha
risposto deciso Luca Rossi -. Noi
puntiamo sempre all'innovazione e questo è ciò vogliamo proporre, prodotti
innovativi. Ma le prestazioni degli Eee Pc non sono comparabili con quelle dei
tradizionali notebook, semplicemente vogliono rispondere a esigenze differenti.
E una riprova arriva dal fatto che, nonostante gli ottimi degli Eee Pc, nel
secondo trimestre di quest'anno le vednite dei nostri notebook sono aumentate d
più del 70 percento rispetto al medesimo periodo del 2007”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here