L’Eee Pc rallenta e Asus non raggiunge l’obiettivo

L’azienda aveva preventivato di vendere 2 milioni di prodotti entro la prima metà del 2008, ma arriverà “solo” a 1,7 milioni. Confermato comunque il forecast di 5 milioni per l’anno in corso. Anche Acer conferma la sua previsione per l’Aspire One: vendite tra 5 e 7 milioni entro dicembre

Forte dei risulti raggiunti nei primi mesi, Asus ha
prospettato di vendere circa 2 milioni di Eee Pc nella prima metà del 2008 per
poi raggiungere i 5 milioni entro fine anno. La società si è però dovuta
scontrare con una realtà dei fatti un po' differente dal previsto e quindi ha ridotto
la stima per il primo semestre a “soli” 1,7 milioni di pezzi.

Alle previsioni di
vendita di Asus, aveva fatto eco lo scorso mese Acer, che, pur non
avendo ancora messo in commercio il suo netbook, l'Aspire One, aveva
preventivato di vendere tra i 5 milioni e i 7 milioni di pezzi entro il 2008. A rincarare la dose sulla
buona salute del mercato dei netbook ci ha poi pensato Intel che ha prospettato
vendite tra i 12 e i 15 milioni di prodotti per il 2009, arrivando a 47 milioni
entro quattro anni.

Alcuni vendor e qualche analista sin da subito si sono mostrati
più cauti, non credendo che questo nuovo mercato avesse un futuro così roseo. Anzi,
qualcuno ha addirittura detto che non ha proprio alcun futuro e che si esaurirà
in fretta. Vedremo tra qualche tempo chi avrà avuto ragione, per il momento bisogna
annotare il piccolo dietro fornt da parte di Asus. Secondo fonti vicine all'azienda,
il motivo di questo rallentamento nelle vendite andrebbe attribuito allo shortage
di processori Atom di Intel e alla congiuntura economica che sta incidendo in
modo decisamente negativo sul mercato. L'azienda ritiene comunque di poter raggiungere
l'obiettivo dei 5 milioni entro fine anno. Lo stesso vale per Acer, che,
fiduciosa delle potenzialità del proprio Aspire One, conferma il forecast
preannunciato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here