Assurance: Avanade propone un modello a 5 soluzioni

Punta a semplificare le comunicazione sulla catena del valore e a snellire i processi.

Negli ultimi anni la maggior parte degli investimenti it delle compagnie di assicurazione italiane si è caratterizzato per una forte ricerca dell’efficienza operativa, al fine di ridurre le strutture di costo interne.
Un’area di miglioramento trascurata è quella che cerca di valorizzare e incrementare l’efficacia dei processi che pongono la compagnia a contatto con l’esterno.

Avanade ha quindi messo a punto alcune iniziative volte a valorizzare il ruolo del canale distributivo assicurativo e a semplificare la vita al cliente.
A questo proposito ha elaborato Avanade @ssurance, un modello di sviluppo dei canali distributivi, che si pone l’obiettivo di facilitare l’interazione tra la compagnia, i propri canali distributivi (agenzie, broker, call center, sportello bancario) e il cliente finale.

Un modello, cinque soluzioni
Il modello è costituito da cinque soluzioni correlate ma indipendenti tra loro: Crm, applicazione per la gestione marketing, commerciale e delle strutture di call center; Compensation, sistema per la gestione a 360° dei processi retributivi - salary review interna, provvigioni, incentivazioni, bonus/rappel; Mobility, applicazioni fruibili tramite i new devices - smartphone su qualsiasi Os, pad, Ms Surface - per utilizzi interni o esterni alla compagnia; Portal, applicazione tramite cui rendere disponibili in maniera automatica, trasparente e sicura, al cliente o al canale distributivo, le informazioni di sintesi della posizione complessiva del cliente, e organizzare la documentazione fino ad arrivare alla dematerializzazione; Video, per la fruizione ottimizzata di contenuti, anche in modalità streaming, e per la gestione strutturata di attività di e-learning e knowledge management interno.

Avanade @ssurance è concepito tenendo presente i vincoli di entità degli investimenti e un percorso di cambiamento graduale e poco invasivo, garantisce diversi benefici per ciascuna parte coinvolta.
Per la compagnia, il modello comprende azioni mirate all’incremento della raccolta e alla riduzione del time to market, coordinando e sviluppando le sinergie tra le attività di marketing e vendita; lato canale, il modello abilita una gestione strutturata e misurabile delle attività di vendita, e recepisce l’importanza di valutare complessivamente le dinamiche provvigionali e premianti.
Verso il cliente le soluzioni facenti parte del modello forniscono strumenti capaci di avvicinarlo ai prodotti e servizi che la compagnia propone.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here