Arrivano i primi cellulari Philips “made in China”

Sarà sul mercato tra maggio e giugno la nuova linea Fisio, che si compone di quattro modelli, tra cui due Gprs. Ma nello stesso periodo la società metterà in commercio diverse altre novità che riguardano i settori dei monitor, dei videoproiettori e dei masterizzatori


Philips torna dal Cebit di Hannover con un paniere ricco di novità.
Queste spaziano dai monitor (Lcd e Crt) ai videoproiettori, dai masterizzatori
ai telefonini. Questi ultimi, se vogliamo, possiamo considerarli come la reale
novità. Infatti, dopo le varie vicissitudini riorganizzative che prima della
scorsa estate hanno interessato la divisione telefonia cellulare della società,
ecco arrivare dall'estremo oriente i primi frutti della nuova produzione "made
in China". La nuova gamma si chiama Fisio e comprende quattro nuovi modelli:
820, 620, 120 e 121. Il primo, l'820, è il top di gamma e dispone di display a
256 colori da 112 x 112 pixel, integra la connettività Bluetooth ed è un Gprs
classe 10. Dal lato autonomia, i dati nominali dicono 40 ore in standby e 5 ore
di conversazione. Anch'esso Gprs, il Fisio 620 dispone di uno schermo grafico da
9 righe, integra un modem/fax e offre un elevato livello di personalizzazione.
Volume (73 cm cubi) e peso (85 g) sono pressoché identici a quelli
dell'820.
I modelli 120 e 121 rappresentano la proposta entry level e
differiscono per il fatto che il 121 è Wap. Coloratissimi, basano i loro punti
di forza soprattutto sull'elevato numero di cover disponibili e sulla
possibilità di personalizzare screen saver e suonerie.
La disponibilità dei
nuovi Fisio è prevista per maggio-giugno. I prezzi: 480 euro per l'820, 280 euro
per il 620, e 150 euro ciascuno per il 120 e il 121.


Dal lato monitor, le notizie più interessanti giungono dal segmento Lcd. Sono
infatti in arrivo due modelli a 18 pollici, uno a 17 e tre a 15. Praticamente si
può parlare di un vero e proprio rinnovo di gamma. Più in dettaglio, il 18
pollici occupa un volume che è di circa il 15% inferiore rispetto ai modelli
similari. Peculiarità questa che caratterizza anche gli altri nuovi display.
Altro fattore comune è la base intercambiabile in funzione delle esigenze: si
può avere quella con la funzionalità pivot (il monitor ruota di 90 gradi) o
quella multimediale con altoparlanti da 48 W. Disponibili in tre tonalità di
colore, i nuovi Lcd saranno sul mercato dal mese di maggio. I prezzi: quelli dei
15 pollici sono ancora da definire, i 18 costano 1.700 (nero con pivot) e 1.630
euro, mentre il 17 costa 1.230 euro.


Il segmento videoproiettori si contraddistingue per l'inserimento a listino
della gamma cBright, composta da tre modelli multimediali. Questi sono
caratterizzati dalla presenza della nuova lampada Uhp di Philips da 200 W a
elevato contrasto che consente di ottenere una luminosità tra i 1200 e 1600 Ansi
lumen. Questi dispositivi possono essere controllati da Pc via Usb e sono dotati
della tecnologia HdtvReady per visualizzazioni ad alta definizione (sino a 1024
x 768). I prezzi: partono da 3.900 euro e arrivano a 5.249 euro.


Sul fronte masterizzatore va più che altro registrato un aggiornamento nel
drive Cd-Rw che ora raggiunge una velocità 32x in scrittura sui
Cd-R.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here