Aria di licenziamenti in casa Palm

Ma una struttura più leggera sarà sufficiente a risollevare le sorti dell’azienda?

Qualche giorno fa Palm aveva messo le mani avanti, rilasciando un warning. Proprio questo quarter, quello di chiusura d’anno nel quale le vendite legate al periodo natalizio avrebbero dovuto ridarle un po’ di respiro, si chiuderà con risultati inferiori alle già caute aspettative.

Niente novità di prodotto da presentare al mercato, concorrenza sempre più aggressiva, un sistema operativo che dal 2004 non conosce aggiornamenti: tutti elementi che non contribuiscono di certo a risollevare le sorti della società, che comincia a pensare a una riduzione del proprio personale.

Numeri o stime sono in questo momento pubblici, l’unica cosa che le indiscrezioni danno per certa è che la figura del Ceo Ed Colligan non sembra in questo momento in discussione.

Gli analisti manifestano però le prime perplessità: una struttura piùl leggera è solo una cura palliativa per Palm, che deve cominciare a creare qualcosa di nuovo se vuole davvero restare sul mercato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here