Apre in Italia Fujitsu Softek

La unit dedicata alla commercializzazione dei software della casa giapponese Fujitsu ha aperto una sede a Sesto S. Giovanni (Mi).

Fujitsu Software Technology (Fujitsu Softek), divisione di Fujitsu specializzata nella commercializzazione di software di gestione di reti e ambienti It complessi, apre una filiale in Italia. Gli uffici, in realtà, sono stati ricavati all'interno della sede italiana di Fujitsu, a testimonianza del fatto che il legame con la casa madre non è limitato alla sola ragione sociale.

Nata solo pochi mesi fa dalla commistione dei business di Fujitsu Ltd. e Amdahl Software, la californiana Fujitsu Softek si occuperà di commercializzare e supportare le soluzioni applicative prodotte dalla casa madre per la gestione degli ambienti storage, le infrastrutture di memorizzazione, la duplicazione e la migrazione dei dati, la virtualizzazione e la disaster recovery.
La guida della filiale è stata affidata ad Antonio Calvanese, nuovo account manager per l'Italia. Nel suo compito sarà aiutato da Sandro Fior, che assumerà la carica di software consultant.

“Crediamo che la nostra arma vincente sia una reale apertura dei nostri software agli ambienti eterogenei - ha sottolineato Fior - e il supporto all'hardware di operatori diversi”. I due membri effettivi della filiale italiana stanno lavorando per stringere accordi con system integrator e altri partner a valore aggiunto in grado di proporre e implementare le soluzioni Softek presso clienti dei settori bancario e assicurativo, presso le grandi organizzazioni e la Pa, forti dell'eredità tecnologica e della consolidata esperienza di Amdahl nei data center e del supporto finanziario e strategico di Fujitsu. “Un nuovo interessante mercato, sul quale stiamo investendo molto sia nello scouting dei partner che nella vendita diretta è quello dei software di valutazione e monitoraggio della qualità dei servizi”, ha tenuto a precisare Fior. Sono sempre più numerose, infatti, le aziende che stipulano accordi che prevedono il rispetto di livelli minimi di qualità del servizio (Sla) e cresce, di conseguenza, anche il mercato delle applicazioni che permettono la verifica del rispetto dei termini contrattuali prefissati. L'impegno dei primi mesi di attività diretta nel Bel Paese sarà rivolto al consolidamento della base di clienti mutuati da Amdahl e allo sviluppo delle attività nell'area dei software di gestione e controllo delle infrastrutture It.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome