Apple Intel

Intel ha annunciato di aver completato la vendita della maggior parte del suo business relativo ai modem per smartphone ad Apple.

La transazione, del valore di 1 miliardo di dollari secondo quanto dichiarato dalla stessa società di Santa Clara, era stata annunciata alla fine del mese di luglio 2019.

L’agreement siglato il 25 luglio scorso dai due colossi della tecnologia prevede che circa 2.200 dipendenti Intel si uniranno ad Apple e che si trasferiranno a Cupertino (fisicamente o metaforicamente) anche le risorse di proprietà intellettuale, le attrezzature e i contratti di leasing.

La società di Santa Clara ha ribadito che questa transazione consente ora a Intel di concentrarsi sullo sviluppo della tecnologia per le reti 5G mantenendo allo stesso tempo l'opzione di sviluppare modem per le applicazioni e i mercati non legati al settore degli smartphone, come ad esempio Pc, dispositivi per la Internet of Things e veicoli autonomi.

La cessione del segmento dei modem per smartphone è importante per Apple, società per la quale l’area dei dispositivi mobili è uno dei business essenziali.

Allo stesso tempo, Intel conferma di voler rimanere protagonista nella tecnologia mobile di ultima generazione, che è appena agli albori dal punto di vista commerciale.

È ad esempio di non molti giorni fa l’annuncio, sempre da parte di Intel, di una partnership con MediaTek per lo sviluppo, la certificazione e il supporto di soluzioni modem 5G per i Pc di prossima generazione.

La collaborazione prevede che Intel definirà una specifica di soluzione 5G, incluso un modem 5G che sarà sviluppato e distribuito da MediaTek. Intel fornirà inoltre l'ottimizzazione e la convalida su tutta la piattaforma e offrirà il supporto di system integration e co-engineering per i propri partner OEM.

La disponibilità dei primi prodotti frutto di questa partnership, ha reso noto ancora Intel, è prevista per l'inizio del 2021 e Dell e HP dovrebbero essere tra i primi OEM a fornire laptop abilitati con la soluzione 5G di Intel e MediaTek.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome