Anticipazioni su Visual Studio per gli sviluppatori .Net

Presentate le principali caratteristiche delle tre versioni di prossima uscita del noto ambiente di sviluppo.

12 febbraio 2003 Microsoft ha inaugurato a San Francisco il convegno VsLive! illustrando agli sviluppatori presenti le principali caratteristiche delle future tre versioni dell'ambiente Visual Studio.Net. L'edizione 2003 del prodotto va ad aggiornare una suite di strumenti pubblicata un anno fa mettendo insieme una serie di migliorie piccole, ma secondo i dirigenti Microsoft, molto significative. Tra queste la possibilità di migrare i controlli Visual Basic 6.0 e i Web form, limitandosì così a importare nuovi pezzi di codice. Microsoft spera di convincere gli utilizzatori delle precedenti edizioni di Visual Studio e dei suoi linguaggi di programmazione, incluso Visual Basic 6, a un definitivo passaggio a .Net. Uno spostamento che favorirebbe l'adozione della nuova piattaforma su un maggior numero di desktop aziendali. Secondo la società di Redmond, sarebbero già due milioni e mezzo le copie di Visual Studio.Net prelevate online o acquistate, mentre la diffusione di .Net come piattaforma procede ancora a rilento rispetto alle aspettative originarie. Eric Rudder, vice president della divisione che si occupa degli sviluppatori e dell'evangelismo per le varie piattaforme software, ha sottolineato nel discorso di apertura lo stato di evoluzione e la potenza di Studio.Net 2003. Tra le funzionalità già descritte per questo prodotto troviamo l'aggiunta dei data provider Oldbc per Oracle 7i e 8i e una maggiore uniformità con gli standard Iso/Ansi nell'implementazione del linguaggio C++. Per la cifratura del codice viene fornito il software crittografico Dotfuscator di PreEmptive Solutions. Guardando al futuro, e successive versioni di Visual Studio supporteranno le ultime specifiche relative ai Web service e agli altri prodotti Microsoft. Secondo Rudder, Visual Studio.Net per il database Yukon, atteso per il 2004, sarà disponibile insieme alla prossima release del codice di Ms Sql Server e supporterà le specifiche Xml per la sicurezza, le transazioni e l'affidabilità. L'edizione per Longhorn, il successore di Windows Server 2003, supporterà invece il sistema di presentation di Longhorn e i meccanismi di archiviazione dei dati. Microsoft ha concluso annunciando la prima beta dei Visual Studio Tools for Office previsti per marzo per la realizzazione di macro di Word e Excel con Visual Basic.Net e C Sharp al posto del vecchio Vba. Sono, inoltre, disponibili cinque kit Asp .Net con istruzioni e template di servizi online e applicazioni, e la versione 1.5 di Tablet Pc Software Development Kit.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome