Anche l’italiana TeamSystems tra i testi a favore di Microsoft

Presentati testi a carico e a favore delle due parti in causa: aziende e associazioni nella fase d’appello del processo contro Microsoft.

E' il momento dei testi. Sono cinque a favore di Microsoft e
quattro schierati dalla Commissione Europea e chiamati a
comparire davanti alla Corte d'Appello Europea nella nuova fase del
processo contro Microsoft.
Ed entrambe le parti hanno deciso
di far intervenire, a sostegno delle rispettive tesi, sia aziende sia
associazioni o gruppi di interesse, europei e statunitensi.
Microsoft
dovrebbe farsi accompagnare dalla Association for Competitive Technology di
Washington, da tempo sua alleata, così come la Computer Technology Industry
Association, CompTia.
A favore dovrebbe testimoniare
anche  DMDsecure.com, gruppo olandese attivo nell'area dei media e
dell'entertainmente, seguito dalla la norvegese Mamut e dall'italiana
TeamSystems. Potrebbe aggiungersi al gruppo anche la svedese Exor.
I testi a
favore della Commissione europea sono RealNetworks, la Software and Information
Industry Association di Washington, Free Software Foundation
e VideoBanner di Los Angeles.
Assenti comprensbilimente
giustificate le realtà che hanno nel frattempo raggiunto il
patteggiamento con Microsoft. Nella fattispecie la Computer and Communications
Industry Association e Novell.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here