Home Prodotti Software Analytics, Qlik punta sui servizi in linguaggio naturale

Analytics, Qlik punta sui servizi in linguaggio naturale

Qlik ha acquisito il bot basato su intelligenza artificiale CrunchBot, e insieme il team di esperti di sviluppo di soluzioni e di intelligenza artificiale di Crunch Data.

Ora gli utenti della piattaforma analitica di Qlik possono interagire e comprendere i propri dati utilizzando il linguaggio naturale tramite Qlik Sense e i principali strumenti di collaborazione come Slack, Skype, Salesforce Chat e Microsoft Teams.

Questa operazione va ad ampliare le capacità cognitive e di intelligenza aumentata di Qlik, offrendo ulteriori strumenti di analisi conversazionale creati sfruttando la piattaforma di Qlik e le API aperte.

“Entro il 2020, il 50% delle query analitiche verrà generato tramite ricerca, Natural Language Processing (NLP) o voce, o verrà generato automaticamente”.

Gartner.

I clienti di Qlik beneficiano già delle funzionalità di ricerca di intelligenza avanzata e del linguaggio naturale all’interno di Qlik, e CrunchBot espande ed estende tali capacità attraverso un’interfaccia di conversazione naturale.

CrunchBot funziona esclusivamente con Qlik, colmando il divario tra la scoperta visiva e l’analisi conversazionale.

Colloquiare con il chatbot per capire il business

Come soluzione accreditata Trusted Extension Developer (TED), convalidata da Qlik per qualità e funzionalità e basata sul framework API aperto e sul motore associativo di Qlik, CrunchBot consente agli utenti di porre domande in tono colloquiale attraverso l’interfaccia utente di Qlik Sense o strumenti di collaborazione popolari come Slack, Skype, Salesforce Chat e Microsoft Teams;

Consente anche di fare domande sui dati attraverso l’interazione vocale grazie a servizi come Amazon Alexa e ricevere risposte e intuizioni grazie a grafici, interpretazioni, driver chiave, calcoli periodici e previsioni.

Può anche sfruttare il Natural Language Processing (NLP), che impara automaticamente e tiene traccia delle richieste degli utenti nel tempo, e il Natural Language Generation (NLG), che fornisce approfondimenti non solo per ciò che sta accadendo, ma anche perché e suggerisce in quale direzione andare.

Crunch Data contribuirà all’adozione dell’analytics e al successo dei clienti, integrandosi immediatamente nell’organizzazione di Customer Success di Qlik per ampliare le funzionalità di Qlik di fornire servizi a valore aggiunto ai propri clienti. Il team Crunch Data, un mix di sviluppo offshore e basato negli Stati Uniti, ha una solida esperienza in progetti di successo con brand come Century Link e Hortonworks.

CrunchBot è immediatamente disponibile per i clienti tramite Qlik e sarà concesso in licenza come soluzione a valore aggiunto alla piattaforma Qlik Sense. Qlik Insight Bot sarà disponibile insieme all’attuale funzionalità Insight Advisor di Qlik e sarà integrato con il motore cognitivo di Qlik.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php