Amazon a guida autonoma: accordo per l’acquisizione di Zoox

Amazon ha annunciato di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione  della startup Zoox, specializzata in tecnologia per la guida autonoma.

Fondata nel 2014, Zoox ha finora raccolto la ragguardevole cifra di circa 1 miliardo di dollari in finanziamenti e mira a sviluppare la tecnologia di guida autonoma, compresi i veicoli, allo scopo di fornire una soluzione full-stack per il ride-hailing.

Secondo l’annuncio ufficiale di Amazon, Zoox continuerà ad esistere come business indipendente, così l’attuale CEO Aicha Evans manterrà il proprio ruolo al parti del CTO e co-fondatore della società Jesse Levinson. Anche la loro missione aziendale nel suo complesso rimarrà la stessa, come confermato dal comunicato di Amazon. Il Financial Times ha indicato in 1,2 miliardi di dollari il valore della transazione.
Anche per una società ricca come Amazon, si tratta di un investimento rilevante e che testimonia l’attenzione della società d Jeff Bezos verso questo tipo di tecnologia

Zoox ha scelto uno dei percorsi di sviluppo più costosi nel settore della guida autonoma, puntando a realizzare un veicolo partendo da zero, unitamente allo sviluppo del software e della intelligenza artificiale per fornire le sue capacità di guida autonoma. Nell’ultimo anno, Zoox ha ridotto sensibilmente i costi, anche grazie alla nomina dell’attuale CEO ad inizio 2019. Evans arriva direttamente da Intel, e alla sua scelta ha contribuito la grande esperienza nel portare un prodotto verso la sua commercializzazione.

Con una nuova proprietà dotata di grandi capitali da investire come Amazon, Zoox dovrebbe avere tutte le armi necessarie a tenere il pass con il suo principale rivale, Waymo. Ricordiamo che quest’ultimo altri non è che la società stand-alone di proprietà di Alphabet erede del progetto Google Driverless Car.

Amazon ha lavorato nel tempo ai propri progetti di tecnologia dei veicoli autonomi, tra cui i suoi robot di consegna dell’ultimo miglio, che sono bot a sei ruote progettati per trasportare piccoli pacchi nelle case dei clienti. L’azienda ha anche investito nella startup di guida autonoma Aurora , e ha testato i camion a guida autonoma creati dalla startup Embark.

Secondo Amazon l’acquisizione è specificamente finalizzata ad aiutare la startup a portare la propria visione di ride-hailing autonomo sul campo.
Non pare quindi che lo scopo possa essere finalizzato alle operazioni logistiche di Amazon per la consegna dei pacchi.
Tuttavia, la tecnologia di base di Zoox, che include lo sviluppo di veicoli a zero emissioni costruiti appositamente per l’uso autonomo, potrebbe facilmente adattarsi a quella parte (rilevante) delle operations di Amazon.

Se invece lo scopo finale di Amazon fosse proprio quello di entrare in un nuovo mercato come quello del trasporto persone con auto a guida autonoma, si tratterebbe di una scelta destinata ad avere un forte impatto nel settore. Nel medio e lungo periodo, Zoox potrebbe quindi portare Amazon ad una competizione diretta con società come Uber e Lyft, non appena la tecnologia di guida autonoma sarà abbastanza matura.