Home Servizi Amazon Business, le nuove funzioni che semplificano gli acquisti aziendali

Amazon Business, le nuove funzioni che semplificano gli acquisti aziendali

Compie un anno Amazon Business, il marketplace riservato alle imprese. Ed è tempo di bilanci. Ma non solo. È anche il momento di aggiustare un po’ il tiro e integrare nel servizio alcune funzioni di cui si sentiva la mancanza e che possono risultare particolarmente comode per un’utenza aziendale.

Ecco quindi arrivare l’Addebito diretto in conto corrente come metodo di pagamento aggiuntivo. Ora gli acquisti possono essere completati rapidamente, fornendo ai clienti una maggiore flessibilità quando si tratta di pagamenti. Su Amazon Business è anche possibile richiedere sconto per quantità quando vengono acquistate grandi quantità di prodotti: i rivenditori ricevono la richiesta di sconto in automatico e possono rispondere direttamente tramite il portale dedicato.

Nuova è anche la funzione che permette processi di approvazione multilivello. Si tratta di un’abilitazione a creare una catena di figure preposte all’approvazione dell’acquisto che hanno diversi livelli di autorità, permettendo di replicare la struttura organizzativa aziendale. In questo modo si creano più responsabili degli acquisti, che però sono più consapevoli delle specifiche esigenze aziendali. Inoltre, c’è inoltre la possibilità di aggiungere diversi approvatori per un determinato livello, consentendo così di rivedere più velocemente una coda di ordini in sospeso e ridurre i colli di bottiglia nelle approvazioni.

In linea con le nuove norme per la fatturazione

Attraverso i modelli di fatture personalizzati i clienti di Amazon Business possono ora aggiungere specifici campi all’interno delle fatture come il nome del dipartimento, il numero interno di ordine e i centri di costo. I campi possono essere visualizzati su Fatture, Amazon Business Analytics e all’interno del riepilogo dei propri ordini. Da sottolineare che ora Amazon Business è conforme alle nuove normative e semplifica il processo di fatturazione elettronica per qualsiasi azienda, tramite integrazione con il sistema di interscambio (Sdl) dell’Agenzia delle Entrate.

Con l’obiettivo di centralizzare il processo di autenticazione e ridurre i costi della gestione dell’accesso degli utenti, Amazon Business ha adottato l’autenticazione singola (Single Sign On). Questo offre ai clienti la possibilità di accedere al marketplace. I clienti possono con le proprie credenziali aziendali esistenti, riducendo le criticità per l’onboarding degli utenti e ottenendo un’esperienza di acquisto senza soluzione di continuità.

Come si diceva, dopo un anni di attività è tempo di un primo bilancio. È il momento di verificare chi usa Amazon Business e perché. Non è nell’abitudine di Amazon fornire numeri e anche riguardo il marketplace per le aziende non fa eccezioni. Quello che consente di sapere è che Amazon Business serve aziende di tutte le dimensioni, a partire dai liberi professionisti e dalle piccole imprese fino alle multinazionali, incluso il 15% delle società quotate al MIB, scuole, università e associazioni di volontariato. Da un grafico mostrato, si può dedurre che circa l’85% dei clienti di Amazon Business sono micro aziende, il 13-14% piccole e medie realtà e la restante percentuale imprese di grandi dimensioni. Riguardo i settori che maggiormente ricorrono al marketplace nelle prime posizioni troviamo i servizi, il mondo IT, l’industria, l’ospitality, l’automotive e l’agribusiness. Mentre i prodotti più venduti sono monitor, schede di memoria, condizionatori, stampanti, carta per stampanti, macchine da caffè e cialde.

Amazon Business grafico vendite

Il marketplace per la coda lunga

Amazon Business – ha precisato Gerardo Di Filippo, Amazon Business Senior Manager per l’Italiavuole essere un marketplace in grado di fornire un valore aggiunto non nelle spese dirette, per le quali solitamente si stipulano contratti strutturati con dei fornitori, ma nelle spese della lunga coda, che sono molto frammentate e che richiedono un importante investimento di tempo da parte degli uffici acquisti. In questo senso, presenta tre importanti vantaggi: propone un’ampia scelta di prodotti, consente di confrontare diversi rivenditori e offre la massima trasparenza fornendo tutte le informazioni disponibili si un determinato prodotto. Da precisare che, quale marketplace, Amazon Business è un luogo destinato sia alle aziende che vogliono comperare sia a quelle che vogliono rivendere i loro prodotto anche ai clienti aziendali, oltre che a quelli privati”.

Le affermazioni di Gerardo Di Filippo sono state suffragate dalle testimonianze di quattro aziende che, a vario titolo, sono clienti di Amazon Business. Tali aziende sono: Wall Street English Italia, Hotel San Pietro di Positano, Fides Consulting e la società di software Bending Spoon. Pur nella loro diversità, le quattro aziende hanno portato testimonianze sostanzialmente simili, dalle quali è emerso che si rivolgono al marketplace per la ricchezza dell’offerta (sia come tipologia di prodotti sia come numerosità degli stessi), per la velocità delle consegne in qualsiasi località dell’Italia, per la semplicità della fatturazione e per la possibilità di sgravare il responsabile degli acquisti di una serie di incombenze definendo una nuova organizzazione degli acquisti stessi strutturata con più livelli di approvazione.

Quello però che è anche emerso è che l’avere a disposizione un marketplace come Amazon Business sta facendo allontanare sempre più molte aziende dai rivenditori di prossimità per le spese della coda lunga. E tali rivenditori devono prendere atto di questa tendenza, rivedendo il proprio modo di fare business. Forse un’opportunità può arrivare dallo stesso Amazon Business.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php