Home Prodotti Sicurezza Akamai-Guardicore, acquisizione in ottica anti ransomware

Akamai-Guardicore, acquisizione in ottica anti ransomware

Akamai Technologies ha raggiunto un accordo definitivo da 600 milioni di dollari per acquisire Guardicore, società isreaeliana (con sede a Tel-Aviv) che realizza una tecnologia di micro-segmentazione che andrà a completare la soluzione di sicurezza Zero Trust, per fornire una protezione completa alle aziende, difendendole dalla diffusione di malware e ransomware.

La soluzione di micro-segmentazione di Guardicore, infatti, è stata sviluppata per limitare l’accesso degli utenti solo a quelle applicazioni che sono autorizzate a comunicare tra loro.

Negando la comunicazione come default, la superficie di rischio e l’esposizione al pericolo sono drasticamente ridotte, limitando così la diffusione di malware e proteggendo il flusso di dati aziendali attraverso la rete.

Questa protezione si estende oltre il data center al cloud, compresi bare-metal, macchine virtuali e container.

Attualmente Akamai offre una suite di soluzioni innovative e leader nella sicurezza Zero Trust, tra cui Web Application Firewall (WAF), Zero Trust Network Access (ZTNA), Domain Name System (DNS) Firewall e Secure Web Gateway (SWG), che aiutano a impedire ad aggressori e malware presenti sui dispositivi dei dipendenti di accedere all’infrastruttura e alle applicazioni aziendali.

Le aziende hanno bisogno anche di un secondo livello di difesa per bloccare la diffusione del malware dopo che questo si è insinuato nell’infrastruttura aziendale.

La soluzione di micro-segmentazione di Guardicore fornisce questa capacità, mitigando sostanzialmente l’impatto delle violazioni e la minaccia dei ransomware.

La soluzione offre una profonda visibilità sui flussi delle applicazioni, attraverso il data center e le applicazioni cloud, permettendo alle aziende di comprendere e proteggere in modo più granulare la propria infrastruttura, dal cuore dell’azienda al cloud.

Di conseguenza le violazioni possono essere rilevate in anticipo in modo che le azioni correttive possano essere intraprese il più rapidamente possibile.

La chiusura della transazione dovrebbe avvenire nel quarto trimestre del 2021. Per l’anno fiscale 2022, l’acquisizione di Guardicore è destinata a fornire circa 30-35 milioni di dollari di fatturato e il margine operativo non-GAAP di Akamai è previsto nell’ordine del 29-30% circa.

Il margine operativo non-GAAP dell’azienda dovrebbe tornare almeno al 30% per l’anno fiscale 2023. Nella sua prossima telefonata trimestrale attualmente prevista per il 2 novembre 2021, la società prevede di fornire i risultati finanziari del terzo trimestre 2021 e la guida finanziaria per l’intero anno 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php