Home Digitale AI Hub, il competence center di Microsoft per l'intelligenza artificiale

AI Hub, il competence center di Microsoft per l’intelligenza artificiale

Si alza il sipario su AI Hub, pilastro strategico del piano quinquennale da 1,5 miliardi di dollari di investimento in tecnologie e formazione con cui Microsoft Italia intende contribuire alla trasformazione digitale del Paese.

Sergio Romoli, Direttore Cloud & Enterprise di Microsoft Italia ha voluto puntare l’indice sulla crescita del mercato Intelligenza Artificiale, che purtroppo in Italia è decisamente meno robusta rispetto al resto d’Europa e al mercato globale. Un mercato, continua Romoli, che varrà ben 29 miliardi di dollari nel 2024.
Secondo uno studio di Microsoft composto da un panel di 12000 dipendenti (di cui 600 italiani) solo il 23% del totale ha già in essere un programma concreto di Intelligenza Artificiale in azienda.
Allocare correttamente le risorse è fondamentale, ma troppo spesso i decision maker non considerano centrale la gestione del dato come fattore primario di produzione.

Riscoprire l’importanza dei dati, chiosa Romoli, significa di conseguenza comprendere che l’Intelligenza Artificiale non è un’opzione ma un tassello chiave per la redditività .

La sicurezza e la trasparenza su come funziona l’intelligenza artificiale sono le prime ragioni per cui le organizzazioni sono restie ad adottare questa tecnologia in azienda.
Secondo Microsoft, le tre aree più richieste come campi di applicazione della IA sono l’ottimizzazione dei processi, la produttività dei dipendenti e offrire esperienza innovative per i clienti.

ai hub

Con questa consapevolezza nasce quindi l’iniziativa customer-driven AI Hub.
Abilitata da partner selezionati ha lo scopo dichiarato di infondere dati e intelligenza artificiale attraverso la prototipazione applicata a diversi settori verticali.

AI Hub vuole quindi essere un centro di competenze, per supportare l’ecosistema dell’innovazione italiano insieme ad altri attori: startup, istituzioni governative, università e centri di innovazione di altre realtà private.

Il Microsoft AI Hub si concretizzerà con il focus su 6 settori chiave: Made in Italy (retail, moda e design), manifatturiero, servizi finanziari, sanità, energia e infrastrutture.
Microsoft agirà da abilitatore mettendo a disposizione la propria expertise e la propria piattaforma Cloud per sviluppare scenari applicativi di Data & AI e per identificare le realtà a più alto potenziale attraverso un Data & AI Maturity Check-Up.

In una logica di Open Innovation, le aziende stesse dei comparti strategici dell’economia italiana saranno infatti protagoniste condividendo la propria conoscenza del settore per realizzare use case avanguardistici e progetti pilota, grazie alla stretta collaborazione con gli esperti Microsoft e una task-force di partner in grado offrire consulenza e di mettere le proprie risorse al servizio dello sviluppo, dell’implementazione e dello scale-up di applicazioni di Intelligenza Artificiale.

I primi partner Microsoft a bordo dell’iniziativa sono già oltre venti, tra cui Accenture, Alterna, Altitudo, beanTech, Capgemini, DataSkills, Factory Software, Hevolus Innovation, Iconsulting, Integris, Ntt Data, Porini, Sopra Steria, 4ward.

L’iniziativa è aperta ad accogliere altri player per contribuire sempre più alla diffusione dell’AI in Italia e nei prossimi mesi si svilupperà sia in virtuale sia in presenza, andando ad arricchire il Microsoft Technology Center, presso la Microsoft House a Milano, progettato per far vivere scenari d’innovazione ad aziende, startup e professionisti e per promuovere proprio l’Open Innovation.

Si tratta quindi del luogo del “fare”, conclude Romoli. Non un luogo in cui ragionare di massimi sistemi o di concetti teorici, ma piuttosto un’importante azione concreta (come nel proprio DNA) messa in campo da Microsoft per supportare e stimolare l’economia Italiana. Iniziativa senza dubbio lodevole, soprattutto in vista dell’ormai prossima partenza del Recovery Plan.

ai hub

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php