Home Apple Adobe Premiere Pro, Rush e Audition per Apple Silicon M1 in beta

Adobe Premiere Pro, Rush e Audition per Apple Silicon M1 in beta

Adobe ha annunciato che le nuove build di Premiere Pro, Premiere Rush e Audition con il supporto nativo per i chipset Apple Silicon M1 sono ora disponibili in Beta pubblica.

Circa un mese fa Adobe aveva già provveduto a rilasciare la beta del suo software di punta, Photoshop, per i dispositivi Apple con processore M1, e ora è il momento di alcune delle applicazioni professionali per il video e l’audio. Ancora non come release finali, ma al momento in beta.

Secondo la software house di San Jose la piattaforma Apple Silicon M1 offre migliori prestazioni e maggiore efficienza energetica e il passaggio delle applicazioni della Creative Cloud alla nuova architettura dei Mac permetterà agli utenti di trarre vantaggio di questa nuova tecnologia.

Una dichiarazione che non rimane basata solo sulle parole ma che viene corredata da Adobe anche da alcune misurazioni.

Adobe Premiere Pro

La versione Beta nativa per il processore Apple M1 di Premiere Pro, ora disponibile, include le funzioni di editing principali del software e il supporto per i codec più utilizzati: H.264, HEVC e ProRes, ha informato Adobe.

Poiché la build di Premiere Pro si basa su un codebase molto ampio con supporto per una vasta gamma di formati e funzioni, Adobe ha adottato un approccio graduale nell’implementazione del supporto nativo di Apple M1. Ciò permette all’azienda di convalidare le prestazioni per specifiche parti dell’applicazione prima di aggiungere nuovi componenti.

Adobe Premiere Pro

Adobe ha inoltre informato gli utenti dell’app che Premiere Pro Beta per Apple M1 incorpora le ultime versioni del nuovo flusso di lavoro sulle didascalie, che richiede un aggiornamento del formato dei file di progetto. L’azienda consiglia quindi di creare una copia dei progetti per il beta test, per evitare problemi di compatibilità sui lavori di produzione in corso.

La Beta iniziale di Premiere Pro su hardware Apple M1 presenta limitazioni sulle integrazioni di terze parti, i plugin, i pannelli di estensione e le superfici di controllo.

La versione Beta nativa per Apple Silicon di Premiere Rush include funzioni di editing di base, il supporto per il video H.264, la possibilità di aggiungere titoli e audio dalle librerie integrate di Rush e darà agli utenti la possibilità di creare progetti ed esportare localmente sui dispositivi Apple M1.

Nelle future build Beta verranno introdotte ulteriori funzioni di supporto ai formati, sincronizzazione dei progetti tra i dispositivi ed esportazione su piattaforme social.

Audition Beta con supporto nativo per Apple M1, ha sottolineato Adobe, mostra già un incremento delle prestazioni per molti effetti audio. Tra gli altri miglioramenti Adobe cita la performance in tempo reale dello Spectral Frequency Editor. Audition Beta per l’hardware Apple M1 incorpora la maggior parte delle funzioni di editing audio esistenti, ma non ha ancora il supporto per la riproduzione video, pannelli di estensione o alcuni formati e integrazioni di terze parti.

Nel frattempo che Adobe è al lavoro per completare le versioni native Apple M1 delle sue applicazioni, la società ha sottolineato che gli utenti possono installare e utilizzare le release esistenti utilizzando l’emulazione Rosetta 2 sui dispositivi con Apple M1 e macOS 11.0 Big Sur.

Esiste un problema noto con Roto Brush 2 in After Effects in Rosetta 2, ma esso, ha informato Adobe, sarà affrontato in una prossima release. Inoltre Adobe ha avvisato gli utenti del fatto che le integrazioni di terze parti non sono state testate in modalità emulazione Rosetta 2.

Adobe ha infine annunciato che le versioni macOS di Premiere Pro, Audition e Premiere Rush con pieno supporto nativo per i sistemi Apple M1 saranno disponibili nella prima metà del 2021 e che il lavoro sul supporto nativo del chip Apple M1 per After Effects e Character Animator inizieranno a loro volta nel 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php