Adaptec guida le danze della prossima generazione Scsi

Attorno alla nuova tecnologia Serial Attached Scsi si sta costituendo un primo zoccolo di sostenitori, guidati da Adaptec. Fujitsu, Hitachi, Maxtor e Seagate hanno dato supporto.

23 aprile 2003 Adaptec ha rivelato i dettagli di una nuova partnership con i costruttori di dischi rigidi - Fujitsu, Hitachi, Maxtor e Seagate i nomi citati - mirata allo sviluppo dei primi prodotti Serial Attached Scsi. L'interfaccia di collegamento Serial Attached Scsi viene considerata il successore delle porte Scsi tradizionali e offre un netto miglioramento delle prestazioni e della scalabilità in ambienti di storage ad alta densità. Il sistema consentirà anche l'impiego di cavi più lunghi e sottili e connettori di ridotte dimensioni, che porteranno al conseguente miglioramento dell'aerazione e del raffreddamento degli chassis, oltre a una più facile gestione del cablaggio.

I futuri sistemi Serial Attached Scsi possono trasferire le informazioni a velocità di 3 Gbps, ma Adaptec sostiene di puntare a picchi di 12 Gbps con la sua tecnologia Raid, in modo da soddisfare le esigenze delle applicazioni a larghezza di banda molto elevata, come il video editing o lo streaming multimediale. L'iniziativa di sviluppo garantirà la retrocompatibilità tra dischi Serial Attached Scsi e Serial Ata e le prime versioni dimostrative saranno disponibili già entro quest'anno, in tempo per il definitivo debutto previsto per il 2004.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome