A Roma il datacenter su gomma di Sun

Visto alla Nuova Fiera di Roma il Blackbox, il datacenter che sta in un container

Il Forum Pa di Roma ha consentito un incontro ravvicinato con il Blackbox, il data center mobile ideato da Sun, che sta nello spazio di un classico container (2,5 x 2 x 6 metri) e che come tale è studiato per essere facilmente trasportato e installato.

All'interno c'è un completo e preconfigurato data center, completamente climatizzato e studiato per ottimizzare al massimo il consumo energetico, che si può collocare in uno spazio esterno all'azienda. Per farlo funzionare è sufficiente portare alle prese esterne al container la corrente, il collegamento a Internet e/o alla rete aziendale e la rete idrica per il raffreddamento a circuito chiuso.

Il container non ha problemi di temperatura (può stare tranquillamente da -20 gradi a +50) e può anche attutire senza problemi un sobbalzo di 30 centimetri.

All'interno, in 8 rack neri sono integrati server e sistemi storage di Sun (ma si possono allocare anche sistemi di altri vendor purché siano standard) e contenere fino a 250 server Sun Fire, fornire due petabyte di capacità storage o sette terabyte di memoria, il tutto per un costo indicativo di 500.000 dollari.

In Sun sottolineano la validità di poter disporre di un data center mobile, che può essere facilmente spostabile su un tir, in caso di emergenza, e offrire un concreto supporto alla strategia di disaster recovery di un'azienda.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here