Home Aziende Panasonic A ISE 2024 va in scena la produzione video professionale di Panasonic

A ISE 2024 va in scena la produzione video professionale di Panasonic

Panasonic Connect Europe ha annunciato la sua nuova Media Production Suite basata su un software che raggruppa il software per PC dei sistemi di telecamere professionali Panasonic in un’unica comoda piattaforma. Fornisce l’accesso a più funzionalità attraverso una sola interfaccia utente per una produzione video altamente intuitiva ed efficiente. La Media Production Suite, disponibile gratuitamente, prevede anche diversi plug-in a pagamento che potranno essere integrati al suo interno in futuro.

Con l’aumento dell’utilizzo del video nel mondo accademico e in ambito corporate, la nuova Media Production Suite semplifica il set up della telecamera e offre un’ampia gamma di funzioni per consentire una produzione video di alta qualità anche con risorse limitate. Uno schermo touch ed una interfaccia utente intuitiva semplifica il funzionamento, consentendo la produzione di video di alta qualità anche da parte di personale non specializzato.

Le funzioni fondamentali di Device View e PTZ Control sono incluse gratuitamente nella Media Production Suite. I plug-in aggiuntivi a pagamento includono Mixer video, Visual Preset e Auto Tracking.

Panasonic videoLa funzione Device View – spiega Panasonic – centralizza la gestione di più telecamere PTZ da un unico PC, comprese le impostazioni di rete delle telecamere, i controlli dello stato e l’alimentazione. Rileva automaticamente tutte le telecamere collegate per modificarne simultaneamente le impostazioni di rete e gli aggiornamenti del firmware da un singolo PC, per un’efficiente gestione dei video in rete.

Con il controllo PTZ, gli utenti possono regolare pan, tilt e lo zoom della telecamera, nonché la messa a fuoco, il diaframma, il guadagno, il bilanciamento del bianco, l’iride e il filtro ND durante la visualizzazione dello stream video con un PC. Accetta fino a 100 preset per operazioni intelligenti.

È inoltre possibile aggiungere alla piattaforma un’ampia gamma di plug-in a pagamento per soddisfare esigenze specifiche, come l’auto tracking per un tracciamento accurato tramite il riconoscimento facciale e/o il rilevamento del corpo per cogliere movimenti improvvisi facilitando una ripresa video automatizzata e fluida.

Il plug-in Video Mixer, che verrà aggiunto a breve, utilizza la tecnologia AI con la funzione AI Keying per eliminare la necessità di dover utilizzare uno sfondo verde (green screen) durante la creazione del kroma key anche quando le riprese sono fatte all’aperto. Supporta il processo in P-in-P, la commutazione automatica dei segnali con collegamento ad un microfono, oltre a gestire segnali di ingresso/uscita SDI, NDI e SRT.

Infine, i Preset visivi consentono agli utenti di fare semplicemente clic su un’icona per puntare più telecamere PTZ su un soggetto da diverse angolazioni. È anche possibile collegare una telecamera PTZ e un microfono wireless Panasonic per automatizzare l’acquisizione video dei relatori, ad esempio in occasione di conferenze ibride.

La Media Production Suite è disponibile da subito ed è in fase di dimostrazione presso lo stand Panasonic nel Corporate Production Studio all’ISE 2024 di Barcellona.

Panasonic videoLe novità della piattaforma di produzione live Kairos di Panasonic

Panasonic Connect Europe ha inoltre annunciato una serie di importanti implementazioni per la sua piattaforma di produzione live KAIROS, anch’esse in mostra a ISE 2024 di Barcellona, Spagna. Basandosi sulla flessibilità del sistema, sono state introdotte schede I/O SDI (AT-KC20M1) per i tre più recenti server Kairos Core, AT-KC200 e AT-KC2000/KC2000S1. Ciascun server ha la possibilità di aggiungere fino a 4 schede AT-KC20M1, queste schede I/O SDI affidabili con elevate prestazioni aumentano gli ingressi e le uscite video offrendo un massimo di 48 ingressi/uscite (32 in x 16 out). Ingressi e uscite possono lavorare in 3G SDI e 4K (UHD), aumentando la possibilità di gestire produzioni più complesse.

Il nuovo firmware (V1.6) per KAIROS, disponibile nel primo trimestre dell’anno fiscale 2024, continuerà a fornire funzionalità avanzate, tra cui nuovi filtri per una maggiore creatività, inclusa la correzione colore. Verrà introdotta la gestione indipendente degli utenti. Inoltre, ci sarà un nuovo store di immagini still con playlist e transizioni per una produzione più veloce e semplificata.

Panasonic video

Verrà rilasciato poi un nuovo software opzionale: il Kairos Core Manager (AT-SFCM10), progettato per fornire agli utenti un sistema di back-up dei Core (server), con ripristino e sincronizzazione del sistema principale (main). In occasione di ISE verrà dimostrata anche la risoluzione nativa 16:10 in ST 2110, che sarà poi disponibile in futuro.

Due dei tre nuovi Server Kairos Core annunciati nel 2023, l’AT-KC200 e l’AT-KC2000, saranno disponibili per la prima volta presso lo stand Panasonic a ISE 2024. Il nuovo corpo dei server a 4RU per entrambi i modelli ha un sistema di raffreddamento che riduce significativamente il rumore consentendo di posizionare la macchina nei pressi della scena di ripresa.

KC2000

KAIROS supporta nativamente la tecnologia IP e può gestire simultaneamente flussi SDI, ST 2110 e di streaming. L’ST 2110 consente di collegare le più recenti telecamere Panasonic direttamente attraverso questo standard IP, in particolare la telecamera PTZ AW-UE160 e la telecamera da studio AK-PLV100GJ PL sono collegabili direttamente a Kairos via fibra in ST 2110 e sono quindi perfette per produzioni multicamera in questa modalità IP.

Ideale per produzioni in studio, remote e in streaming di eventi sportivi e concerti live, KAIROS virtualizza le funzioni dei Mixer tradizionali eliminando molti vincoli hardware grazie a un’innovativa architettura CPU/GPU e utilizza una funzione I/O Agile multiformato per eliminare i vincoli degli ingressi uno-a-uno dei Mixer solo SDI.

Dopo aver rivoluzionato la produzione live con l’introduzione di KAIROS, continuiamo ad aggiungere nuove importanti capacità e funzionalità per i nostri utenti broadcast e media, così come per il mercato dei rental e degli eventi, che rendono la piattaforma uno standard de facto“, ha dichiarato Andre Meterian, Director of Professional Video Systems di Panasonic Connect Europe. “KAIROS è la soluzione ideale per coloro che desiderano passare a una piattaforma IT/IP di nuova generazione per sfruttare il vantaggio di avere a disposizione una creatività di produzione illimitata, indipendentemente dal formato o dalla destinazione dei contenuti”.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito di Panasonic.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php