A cosa servono i profili di colore del monitor?

Vorrei sapere cosa sono e come si utilizzano i profili colore di un monitor. Possiedo un Acer AL1931 dotato dei seguenti profili: AL193165 AL193175 AL193193 AL1931d, cosa devo usare? Ho un’altra curiosità. Dopo aver collegato il monitor al …

Vorrei sapere cosa sono e come si utilizzano i profili colore di un monitor.
Possiedo un Acer AL1931 dotato dei seguenti profili: AL193165 AL193175 AL193193
AL1931d, cosa devo usare?
Ho un’altra curiosità. Dopo aver collegato il monitor all’uscita
DVI della scheda, l’unica frequenza di aggiornamento disponibile era 60
Hz. Ho aggiornato il driver ATI e ora compaiono anche i 70 Hz. Nelle finestra
Opzioni in Proprietà dello schermo sono state selezionate le due possibilità:
- Riduce la frequenza DVI su video ad alta risoluzione - Alterna modalità
operativa DVI prima deselezionate. Mi date dei consigli anche su questo punto?.

Il driver del monitor ha il compito di fornire alla scheda
grafica le informazioni sulle caratteristiche dello schermo, ciò serve
ad evitare impostazioni di frequenze di funzionamento e risoluzioni errate che
potrebbero danneggiare il monitor. Il driver passa anche informazioni sul modello
che verranno visualizzate nella finestra Monitor in
Proprietà dello schermo
.

Fino al 1999 circa il driver era un componente indispensabile, in quella data
è stato introdotto il protocollo DDC (Display Data Channel)
che di fatto non ne rende più necessaria la presenza. Il DDC nelle sue
varie versioni è un canale di comunicazione tra monitor e scheda grafica,
tramite questo canale il monitor invia alla scheda grafica tutte le informazioni
di configurazione per il suo funzionamento ottimale. In pratica il driver non
è più necessario dal momento che è il monitor stesso a
fornire le informazioni.

I 60 Hz impostati nelle proprietà dello schermo sono la frequenza
tipica di refresh dei monitor LCD.
Il concetto di refresh negli LCD
è diverso da quello dei monitor a tubo catodico (CRT). Negli LCD l’immagine
è costruita attivando o disattivando dei transistor disposti a matrice;
il fenomeno di sfarfallio presente nei monitor CRT quando la frequenza di refresh
è troppo bassa non esiste nei pannelli a cristalli liquidi. Per questo
motivo gli LCD raramente supportano frequenze di funzionamento superiori a 75
Hz.

Il parametro Riduce la frequenza DVI su video ad alta risoluzione
fa si che il driver imposti basse frequenze di refresh nel caso che a causa
di qualche malfunzionamento sia inviata un’eccessiva frequenza di refresh
al monitor. Le specifiche DVI prevedono la presenza di due canali di trasmissione
delle informazioni, ogni canale può trasmettere alla frequenza di 165
MHz.

Quando la quantità di informazioni trasmesse al monitor, dipendente
dalla risoluzione e dal numero di colori visualizzati, eccede la capacità
del canale il parametro Alterna modalità operativa DVI
abilita il secondo canale e le informazioni (pixel) sono trasmesse alternativamente
tra i due schermi. Non siamo a conoscenza delle differenze tra i due driver,
dalla descrizione la seconda sembra permetta la modifica dei dati di frequenza
passati dal monitor alla scheda grafica tramite il canale DDC presente nel connettore
DVI.

Lo scopo dei profili colore è di appianare le differenze
di colore tra i vari tipi di periferiche. Per esempio le stampanti riproducono
i colori usando un sistema di stampa sottrattiva mentre i monitor
utilizzano un sistema additivo; la gamma dei colori riproducibile
dalle stampanti è inferiore a quella riproducibile da un monitor. La
primaria conseguenza di questa differenza tecnologica è che non c’è
una precisa corrispondenza di colori tra l’immagine a video e quella stampata.

I profili colore cercano di ridurre questa differenza al minimo possibile.
Il profilo colore andrebbe aggiornato ogni tanto in quanto nel tempo le lampade
di retroilluminazione del pannello LCD perdono in luminosità e ciò
modifica l’apparenza dei colori. Questa pratica è comune nel mondo
della stampa professionale in cui è vitale la massima corrispondenza
tra colori visualizzati e stampati, nei monitor LCD per utilizzo domestico può
essere tralasciata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here