2003, aspettando la ripresa

Molti numeri, qualche tendenza e sentiment non troppo incoraggianti sono emersi nel corso del convegno Sirmi sull’Ict in Italia

13 febbraio 2003 «Ci aspettiamo un 2003 riflessivo, non sarà un anno di ripresa ma di attesa». Questa, in sintesi l'opinione dei ricercatori di casa Sirmi che, nel corso del convegno Ict 2003, hanno presentato il punto di vista della società sull'andamento del mercato dell'Information & Communication Technology di casa nostra. E non c'è da stare allegri.
A fronte di una crescita media del 13,5%, registrata nel periodo 1998-2000, l'anno appena conclusosi sembra, infatti, voler sancire la fine della presunta New Economy. E per capire quanto questa affermazione possa avere fondamento basta dare un'occhiata alle cifre.


Nel 2002 il totale della spesa It in Italia è, infatti, sceso a 22.205 milioni di euro, registrando un decremento del 3,5%, rispetto al 2001. In un siffatto scenario, l'hardware ha segnato un decremento del 10,5%, decretato da un giro d'affari pari a 7,88 miliardi di euro, mentre software e servizi sono sostanzialmente rimasti stabili, nel primo caso, e cresciuti dell'1,8%, nel secondo.
Per l'hardware avrebbero contano la battuta d'arresto registrata nella vendita di personal computer (non dei notebook), la riduzione della spesa consumer e il rallentamento di quella business. Dal canto suo il software sarebbe, invece, cresciuto in maniera scarsamente rilevante a causa del calo di vendite registrato nel comparto hardware, ma anche per il mancato sviluppo di nuove applicazioni.
Ma la crisi non ha risparmiato nemmeno il mercato delle Tlc che, nel corso del 2002, ha registrato una crescita del 3,6%, ben al di sotto di quel 7,8% riportato al termine dell'esercizio precedente.

Le previsioni per il 2003
E ora, per l'anno in corso, le stime di Sirmi parlano di un decremento contenuto nel comparto It e di una crescita nell'ordine del 5,3% nel mercato delle Telecomunicazioni.

Per ulteriori dettagli: www.sirmi.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here