<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Apple 1Password ora supporta il login con Google, Apple e altri provider di...

1Password ora supporta il login con Google, Apple e altri provider di accesso

1Password nel browser ora ricorda e consente di accedere a siti e applicazioni web anche effettuando il login con un account Google, Apple o di altro tipo.

Il password manager permette ora di non dover più memorizzare le informazioni o fare cicli di operazioni per reimpostare la password: accedere ai propri siti preferiti diventa semplice e fluido anche utilizzando Google, Apple e altri provider di single sign-in.

Quando l’utente del password manager accede o si iscrive a un account con le credenziali di Google, Facebook, Microsoft, Apple, Twitter, Okta o GitHub, 1Password chiederà se si desidera salvare il login in uno dei propri vault.

La prossima volta che l’utente visiterà quel sito, 1Password proporrà di accedere utilizzando le credenziali corrette: a quel punto, basterà un clic per fare il login.

E, anche se siamo soliti destreggiarci tra diversi account Gmail, 1Password ricorderà quale di questi è stato usato per accedere al sito, e selezionerà automaticamente l’account corretto.

Questa nuova opzione funziona in 1Password per Chrome, Firefox, Edge e Brave. Ed è anche possibile visualizzare e modificare i login direttamente con 1Password 8 per iOS e Android.

L’autenticazione tramite provider di accesso come Apple, Google e Facebook – sottolinea la società sviluppatrice – fa parte della mission più ampia e a lungo termine di 1Password. Sempre più opzioni di autenticazione vengono rese disponibili sul web e l’azienda è favorevole al fatto che gli utenti abbiano sempre più opzioni.

Di recente, 1Password ha offerto un’anticipazione della vision dell’azienda di un futuro senza password.

Il team del password manager sta lavorando a un approccio di tipo Universal Sign-On, in base al quale, indipendentemente dal metodo di autenticazione sottostante, 1Password ricorderà quale metodo e quale serie di credenziali sono stati utilizzati ed effettuerà il login.

La vision è dunque che, in futuro, l’utente non dovrà più pensare a come accedere, perché il team di 1Password intende portare la stessa, familiare facilità d’uso che il password manager ha introdotto per username e password, ad altri metodi di autenticazione.

E un assaggio di questo futuro è disponibile ora per chi già utilizza solitamente un provider come Google o Apple per accedere ad alcuni dei propri siti preferiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php