Windows Xp avrà un servizio di instant messaging

Microsoft è decisa a inserire nel prossimo Windows un sistema di comunicazione istantanea che consente anche la trasmissione della voce e la videoconferenza. Per fare felice l’antitrust, tale sistema potrebbe anche essere quello di America on line

L'argomento è caldo ed è uno dei temi del momento. In più potrebbe avere
importanti ripercussioni future. Ma d'altra parte Microsoft è maestra
nell'inventarsi qualsiasi cosa pur di creare aspettative attorno a un prodotto
che deve ancor arrivare. E ciò è ancor più vero se si tratta di un prodotto
importante come il prossimo Windows Xp.
Comunque, la novità che sta creando
tanto subbuglio riguarda l'integrazione di un servizio di instant messaging
all'interno del sistema operativo che sarà rilasciato alla fine del prossimo
ottobre. Di per sé la notizia non sembrerebbe di rilevanza tale da essere capace
di sconvolgere l'opinione pubblica in quanto già da tempo esiste uno strumento
di messaging tra quelli proposti da Windows 98 e Me. Ma in questo caso ci
sarebbe una sorta di integrazione di tutti i servizi proposti da Microsoft in
tema di messaging e file-sharing. Inoltre, le cose sono complicate dal fatto che
verrebbe aggiunta la possibilità di trasmettere voce e di effettuare
videoconferenze. Ciliegina sulla torta, c'è anche la possibilità che della
partita faccia parte America On Line, con cui da tempo sono in atto trattative
proprio sul tema instant messaging: all'interno di Windows Xp potrebbe essere
posto il servizio offerto da Aol, il quale altrimenti risulterebbe un diretto
concorrente vista la tipologia della proposta di Bill Gates e soci.
La scelta
definitiva su quale strada seguire sembrerebbe vincolata a un discorso di
antitrust: ricordiamo infatti che sulla testa di Microsoft pende ancora la
decisione della giustizia americana riguardo una possibile divisione
dell'azienda in due parti, una con competenze esclusivamente legate agli
applicativi indirizzati a Internet e l'altra sui restanti prodotti. E
l'introduzione del sistema di messaging in Windows Xp sembra andare proprio
contro il desiderio della corte suprema degli Usa.
Microsoft sembra comunque
decisa a mantenere il fermo proposito di inserire il sistema di instant
messaging nel futuro sistema operativo. E questo con le proprie forze o con un
aiuto dall'esterno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here