VMware e AWS, si espande la partnership

A VMworld Europe 2018 Vmware ha annunciato la progressiva continua espansione di VMware Cloud on AWS in Europa e negli Stati Uniti, e la previsione di raggiungere ulteriori nuove regioni in AWS EU (Irlanda), AWS West (California) e AWS East (Ohio) entro la fine di quest’anno. VMware ha inoltre annunciato nuove funzionalità di questo servizio di cloud ibrido che consentiranno ai clienti di migliorare la protezione delle applicazioni e dei desktop virtuali.

Basato su VMware Cloud Foundation, VMware Cloud on AWS offre un’infrastruttura e operazioni coerenti dal data center al cloud, consentendo ai clienti di migrare nel cloud in modo continuo, scalare on demand e operare basandosi su strategie applicative di prossima generazione. Progettate congiuntamente da VMware e Amazon Web Services (AWS), le applicazioni implementate in questo ambiente traggono vantaggio da una solida disaster protection e dall’accesso ottimizzato ai servizi AWS. Utilizzando la stessa architettura ed esperienza operativa on-premise e nel cloud, i team IT ora possono trarre un valore di business immediato dall’utilizzo delle esperienze di hybrid cloud di AWS e VMware. VMware Cloud on AWS è distribuito, venduto e supportato da VMware e dalla sua comunità di partner.

I progressi del Disaster Recovery as a Service (DRaaS) per VMware Cloud on AWS offrono una solida protezione per carichi di lavoro su vasta scala e storage intensive, riducendo in modo significativo i costi e la complessità precedentemente richiesti per abilitare la business continuity delle applicazioni mission-critical.

Con VMware Site Recovery, i clienti beneficiano delle funzionalità automatizzate di orchestrazione, failover e failback, riducendo i costi secondari dei siti di disaster recovery, accelerando il time-to-protection, aumentando la resilienza di business e semplificando le operazioni di disaster recovery. VMware Site Recovery consente ai clienti di trarre vantaggio di una protezione flessibile tra VMware Cloud on AWS, e gli ambienti on premise e tra gli ambienti VMware Cloud on AWS. E con l’ultima versione, VMware ha annunciato che Site Recovery raddoppierà la propria scalabilità fino a 1.000 VM per SDDC, riducendo il costo complessivo e il sovraccarico operativo per la protezione di ambienti su larga scala.

Per ridurre al minimo i costi operativi, i clienti possono pagare solo per ciò che usano, quando ne hanno bisogno, con tariffe cloud granulari on demand. Il DRS elastico consente ai clienti di ottimizzare la gestione delle risorse automatizzando la scalabilità dei cluster SDDC dopo il failover in base ai requisiti degli utenti, ed Elastic vSAN con Amazon Elastic Block Store (EBS) aiuterà i clienti a ridurre ulteriormente i costi di protezione dei carichi di lavoro storage ad alta intensità.

VMware ha collaborato con Dell EMC per combinare Dell EMC VxRail con VMware Site Recovery per il failover immediato completo su VMware Cloud on AWS. Ciò consente ai clienti di eseguire rapidamente l’installazione, il test e il failover da VxRail al cloud on-demand, beneficiando allo stesso tempo della coerenza operativa dell’infrastruttura iper-convergente VMware vSAN che alimenta sia VxRail che VMware Cloud on AWS.

VMware Horizon 7 per VMware Cloud on AWS offre un cloud ibrido perfettamente integrato per desktop virtuali e applicazioni. Combina le funzionalità aziendali di VMware Cloud on AWS con le funzionalità leader di VMware Horizon, per una soluzione semplice, più sicura e scalabile. VMware Cloud on AWS ora supporta Horizon 7 Instant Clones per il provisioning just-in-time dei desktop virtuali. I clienti possono ora avviare desktop virtuali a una velocità media di 1-2 secondi per desktop e Instant Clones riduce lo storage consumato fino all’80%. Lanciare il patching del desktop mentre gli utenti si disconnettono, semplifica ulteriormente la manutenzione. VMware ha annunciato anche l’integrazione di Horizon 7 con Horizon Cloud Service. Questa integrazione fornirà visibilità unificata, monitoraggio dello stato di salute e servizi di helpdesk per i deployment di Horizon 7 sia su VMware Cloud on AWS che su infrastrutture locali.

Con la continua espansione di VMware Cloud on AWS in ulteriori regioni AWS e con nuove funzionalità di migrazione e portabilità, i clienti possono migrare più rapidamente e in modo affidabile le applicazioni ed estendere i data center al cloud. In precedenza, la migrazione live da parte dei clienti di una grande quantità di macchine virtuali poteva incorrere in un sovraccarico di sincronizzazione dei dati, mettendo a repentaglio l’affidabilità della migrazione. VMware Cloud Motion con vSphere Replication, una funzionalità in VMware Hybrid Cloud Extention, è ora disponibile e garantisce la migrazione live e prevedibile di migliaia di macchine virtuali con tempi di interruzione nulli. I clienti possono inoltre migrare in modo univoco le singole applicazioni tra e attraverso i SDDC e le zone di disponibilità utilizzando VMware vMotion.

Inoltre, con l’integrazione tra VMware NSX, componente fondamentale di VMware Cloud on AWS, e AWS Direct Connect, i clienti dispongono di una Virtual Cloud Network ad alte prestazioni e intrinsecamente più sicura per accelerare la migrazione dei carichi di lavoro nel cloud. Il networking e la sicurezza sono essenziali per il successo dei progetti di estensione del data center e di migrazione del cloud. L’integrazione tra NSX e AWS Direct Connect accelera la migrazione al cloud e abilita applicazioni ibride multilivello. Inoltre, le funzionalità di micro-segmentazione NSX ora disponibili offrono anche sicurezza incentrata sulle applicazioni con policy che seguono i carichi di lavoro ovunque si spostino all’interno dell’ambiente di SDDC.

I clienti eseguono le loro operazioni business-critical su VMware Cloud on AWS. Ciò significa che un supporto tecnico di alto valore è essenziale per garantire efficienza operativa, riduzione dei rischi e continuità operativa. Il nuovo supporto in-product di VMware offre ai clienti un’esperienza davvero unica e senza sforzo per soddisfare le esigenze dinamiche del loro business digitale. Il supporto in-product di VMware consente l’accesso a canali e risorse di supporto, tra cui Chat with Support, Manage Support Requests, Community Support e Intelligent Search, direttamente all’interno del proprio ambiente VMware. Questo offre ai clienti un’esperienza di supporto semplificata, consentendo loro di risolvere i propri problemi in modo più rapido e semplice. Al VMworld Europe 2018 è stata introdotta la nuova esperienza di supporto in-product di VMware per i clienti VMware Cloud all’interno di Cloud Services Console, VMware Cloud on AWS e VMware Skyline. Dopo questa introduzione iniziale, è previsto che anche ulteriori soluzioni VMware Cloud ricevano l’esperienza di supporto in-product in futuro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome