Verso una supply chain digitale per il manufacturing

JDA Manufacturing Pulse ReportSpinti da prezzo, scelta e disponibilità, sempre più consumatori europei acquistano direttamente dai produttori.
Lo dicono i risultati del JDA Manufacturing Pulse Report secondo cui, negli ultimi dodici mesi, oltre due quinti dei 6.146 acquirenti online intervistati nel Regno Unito, in Germania, Francia e Svezia, hanno effettuano acquisti direttamente da un’azienda manifatturiera.

A pesare negativamente, però, per ben il 43% dei consumatori, sarebbero stati sia la mancanza di JDA Manufacturing Pulse report 2opzioni di consegna e di ritiro, sia la frustrazione espressa a causa dell’esaurimento degli articoli desiderati, anche se nonostante queste considerazioni, il 40% degli intervistati ha dichiarato una migliore esperienza di acquisto con le aziende manifatturiere, piuttosto che con aziende di altri settori.

Impatto omnicanale anche nel manifatturiero
Uno sguardo alle abitudini di acquisto evidenzia, inoltre, che tra coloro che hanno acquistato direttamente da un produttore negli ultimi 12 mesi, il 68% si è recato presso un punto vendita, mentre il 53% ha scelto la modalità online, a ulteriore conferma che sono ancora poche le realtà che offrono ai consumatori la possibilità di acquistare i prodotti attraverso i propri siti Internet.

JDA Manufacturing Pulse report 1Da qui il suggerimento di JDA di rendere profittevole il proprio canale online trasformando le supply chain manifatturiere per gestire un maggior numero di centri di evasione e singoli prelievi per gli ordini dei clienti in grado di offrire, allo stesso tempo, scelta e praticità.
L’evasione ordini prevede, infatti, costi elevati e le aziende del settore devono tutelarsi da qualsiasi tipo di impatto sui propri profitti.

Per farlo e soddisfare la domanda dei moderni consumatori digitali, occorrono capacità digitali nella pianificazione, nella produzione e nell’evasione utili a configurare le supply chain fisiche in modo da supportare i canali tradizionali e diretti dei produttori.
Stando a quanto riportato in una nota ufficiale, coloro che investono nel canale diretto, supportandolo con le capacità necessarie di pianificazione ed esecuzione della supply chain, hanno l’opportunità di migliorare la propria profittabilità e creare esperienze positive per i clienti, che vanno profilati, è l’ulteriore suggerimento, e ai quali vanno proposti articoli personalizzati.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here