Toshiba spinge sugli ultraportatili

Rilasciati due nuovi modelli della linea Portege. Il più leggero pesa solamente un chilogrammo.

14 luglio 2003 Toshiba
aggiorna la propria offerta di notebook della linea Portege,
con due modelli ultraportatili.
Il primo, destinato a rappresentare il
portabandiera di Toshiba in questo segmento di mercato, è il modello
R100. Pesa un chilogrammo pur offrendo all'utente piene
funzionalità: utilizza un processore Pentium M da 1GHz e ha un hard disk da 40
Mb. La memoria è di 256 Mb ed è stato integrato un modulo 802.11b. Mancano
floppy e drive ottico, che possono essere naturalmente essere collegati
esternamente via Usb. Quanto al prezzo, Toshiba lo ha fissato intorno ai 2.300
dollari.
Un po' più grande nelle dimensioni, e quasi il doppio del peso, è il
modello M100, con processore Pentium M a 1,2 Ghz, display a
12,1 pollici, 256 Mb di Ram, hard disk da 40 Gb, modulo 802.11b, Dvd-Rom. In
questo caso, il prezzo è di circa 100 dollari inferiore al modello R100.
Con
questa classe di prodotti, Toshiba sembra andare controcrrente rispetto alla più
recente tendenza, che vede i costruttori orientati verso prodotti più grandi
nelle dimensioni e con schermi da 17 pollici.
Si tratta di due classi di
notebook orientati a due segmenti di utilizzo diversi: in un caso si tratta di
desktop replacement, nell'altro di prodotti per esigenze di mobilità
estrema.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome