Il test del Toshiba Satellite 1950-801

giugno 2003 Il portatile Toshiba si distingue dagli altri due testati per il display da 16” in formato 4:3 e dalla possibilità di utilizzare la tastiera e il mouse in modalità wireless. È infatti possibile staccare la tastiera dal notebook ed utilizzar …

giugno 2003 Il portatile Toshiba si distingue dagli altri due testati
per il display da 16” in formato 4:3 e dalla possibilità di utilizzare
la tastiera e il mouse in modalità wireless. È infatti possibile
staccare la tastiera dal notebook ed utilizzarla fino ad una distanza di 1 metro.
Stessa cosa può essere fatta con il mouse ottico fornito in dotazione.
Questo portatile può quindi essere utilizzato come un vero sostituto del
desktop.
Anche il potente processore fornito è in versione desktop. Questo comporta
buoni risultati nei benchmark (198 come risultato Performance Rating di Mobile
Mark) a discapito di una riduzione dell'autonomia della batteria. Toshiba
ha quindi pensato di inserire una batteria al litio molto capace in grado di garantire
un'autonomia superiore alle 2 ore.
Da tenere in considerazione anche la sezione video. Il chip GeForce4 460 GO non
ha mai deluso le aspettative in fatto di qualità e definizioni dell'immagine.

Anche i collegamenti non fanno rimpiangere un PC da ufficio. Troviamo infatti
integrate 3 porte USB 2.0, 2 PCMCIA, l'infrarosso, 1 IEEE 1394 (firewire)
e le due porte di comunicazione Rj-11 (modem) e Rj-45 (rete).

Pro
• Tastiera e mouse wireless
• Scheda video
• Doppio alloggiamento PCMCIA

Contro
• Processore per desktop
• Prezzo un po' elevato

Il prezzo
3.952 euro (IVA compresa)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome