Shopping di Natale: agli americani piace online

I primi dati dopo il fine settimana del Ringraziamento. Le vendite online crescono del 16%. Importante il ruolo dei social network.

In attesa che il Cyber Monday prenda il via, con la riapertura degli uffici americani dopo il lungo fine settimana del Ringraziamento, si tirano le prime somme sull'andamento delle vendite di venerdì, la giornata che, con le sue vendite e le sue offerte speciali, segna l'inizio ufficiale della stagione degli acquisti natalizi. E che serve, almeno ufficiosamente, da termometro per comprendere l'andamento delle vendite di fine anno.

Il segnale positivo, almeno per il momento, viene dalle vendite online.
A fronte di un andamento sostanzialmente piatto delle vendite sui punti vendita tradizionali, che secondo la società di analisi ShopperTrak hanno messo a segno un davvero modesto +0,3%, compensato però da vendite sostenute nelle due prime settimane di novembre, le vendite online hanno registrato un incremento del 16% anche sulla spinta dei social network, che hanno costituito una importante fonte di consigli per gli acquisti.

Il dato viene da Coremetrics, che ha raccolto dati da oltre 500 retailer statunitensi, inclusi Bloomingdale, Macy e Petco.

Importante, in questo primo fine settimana di shopping natalizio, non è solo la crescita nel numero degli acquisti effettuati, ma anche l'incremento dello scontrino medio, che passa dai 170,19 dollari a 190,80 con un aumento di circa 20 dollari per acquisto.

In realtà, Coremetrics sottolinea che si tratta ancora di un fenomeno marginale rispetto al totale delle vendite effettuate, tuttavia sta crescendo di popolarità proprio sulla spinta di social network come Facebook, utilizzati per scoprire offerte e disponibilità.
Rispetto allo scorso anno, fenomeno anche questo interessante da analizzare, il numero di utenti approdati ai siti di shopping da dispositivo mobile è cresciuto del 26,7%.

Secondo Coremetrics ciò che sta cambiando è il comportamento degli acquirenti che non si rivolgono più allo shopping online per questioni di mera convenienza economica, ma lo utilizzanoc ome strumento principale per la ricerca di prodotti e servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome